19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.24
Catania

Pareggio 1-1

Calcio, il Catania beffato nel finale: il Potenza ferma gli etnei

20 Maggio 2019

Trasferta agrodolce per il Catania, il quale trova un buon pareggio in casa del Potenza, nonostante però sia stato avanti per larga parte dell’incontro. Allo stadio Viviani l’incontro termina sul risultato di 1-1, con il Catania beffato in pieno recupero dalle solite distrazioni difensive della sua difesa. Per la società etnea è comunque un buon pareggio, che gli permette di avere due risultati su tre a disposizione per il match di ritorno del 22 maggio (ottavi di finale dei play off).

L’allenatore del Catania, Andrea Sottil, si presenta in campo con un 4-3-1-2 con Di Piazza e Marotta coppia d’attacco, mentre il bomber Francesco Lodi parte dalla panchina.

Il Potenza inizia bene e dimostra subito al Catania che non sarà una partita facile. Dopo 30” di gioco, grande occasione per  Lescano che, da pochi passi, costringe Pisseri ad un grande intervento.

Al 7′ il Catania passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, Sarno crossa in mezzo e trova in modo perfetto Di Piazza che, da vero opportunista, beffa il portiere Ioime e porta in vantaggio gli etnei. Gli etnei si dimostrano galvanizzati dal vantaggio e gestiscono bene il vantaggio.

catania calcioIn chiusura di primo tempo il Potenza ha una buona occasione per pareggiare, ma Guaita e Sepe finiscono per ostacolarsi, fallendo una grande occasione da gol. Il primo tempo si chiude così sullo 0-1.

Nella ripresa, il Potenza tiene il pallino del gioco, monopolizzando le occasioni da gol. Al 51′ Genchi ci prova dalla distanza, ma la palla va di poco alta sulla traversa.

Sottil corre ai ripari e mette in campo sia Lodi che Esposito, inserendo così un terzo centrale difensivo. L’infortunio di Sarno costringe però l’allenatore rossoblu ad un cambio improvviso, inserendo Brodic.

Il Catania si chiude a riccio, mentre il Potenza continua ad attaccare, ma senza creare grossi pericoli. Al 90′, Franca si ritrova solo in area di rigore, ma il suo tiro da posizione defilata viene respinto alla grande da Pisseri.

Il Catania caracolla e viene infine trafitto al 91′: sullo sviluppo di un calcio d’angolo, Aya perde in piena area di rigore Franca, il quale colpisce in estirada e beffa Pisseri, portando il risultato sul 1-1.

Il Catania vacilla ancora sotto la spinta del Potenza. Al minuto 92′ episodio dubbio in area etnea: Calapai viene anticipato in area da Di Somma, il quale viene colpito finendo così per terra. Per l’arbitro Meraviglia non è rigore.

In pieno recupero, Lodi trova in area Curiale, ma l’attaccante etneo non imprime abbastanza effetto al pallone permettendo a Ioime di respingere in uscita. A Potenza finisce 1-1.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.