Calcio: il "Genio" sfida il Palermo, giovedì amichevole al Pasqualino :ilSicilia.it
Palermo

IN VISTA DEL BIANCAVILLA

Calcio: il “Genio” sfida il Palermo, giovedì amichevole al Pasqualino

di
8 Ottobre 2019

Il Palermo calcio popolare, realtà sportiva nata contro il calcio moderno e militante in prima categoria, affronterà giovedì in amichevole la SSD Palermo di Dario Mirri e Tony Di Piazza.

Dario Mirri
Dario Mirri – Foto di Giuseppe Bertolino

La società del Genio si dice onorata dell’opportunità: “Non potremmo mai scrivere la parola CONTRO, perché contro l’amore della propria vita non si può mai andare! Allora scriveremo test CON il Palermo…che già solo a leggerlo ci fa venire i brividi! È semplicemente qualcosa di inimmaginabile che il 29 febbraio 2016(data di nascita del Palermo Calcio Popolare) nessuno di noi avrebbe mai potuto prevedere!

Il Calcio popolare è una realtà nata da un modello di azionariato popolare associabile al c.d.”Protest club“, ovvero un board societaria nata in contrapposizione a determinati valori societari o di un calcio che non rappresenta più i tifosi. Ogni anno la dirigenza del “Genio” indice una campagna in cerca di nuovi azionisti e, quest’anno, anche il presidente Dario Mirri ha deciso di aderire in qualità di socio onorario.

La società verde-rosa-nero dà appuntamento ai propri tifosi e a quelli rosanero: “Il resto è da conservare nella nostra personalissima storia, quella storia che ci permetterà di aprire il famoso cassetto dove si conservano i sogni! Forza Palermo.. Forza Genio…W Palermo! Appuntamento giovedì 10 ottobre ore 15 00 al Campo Sportivo Pasqualino di Carini per il test del giovedì insieme al nostro Amore Ssd Palermo!

Il test si svolgerà allo stadio Pasqualino di Carini, centro di allenamento dei rosanero, e permetterà a Rosario Pergolizzi di preparare al meglio la difficile trasferta contro il Biancavilla, vista anche la probabile assenza dei tifosi rosanero per motivi di ordine pubblico. La partita permetterà di rodare al meglio le gambe dei giocatori rosanero, non ancora al 100% a causa di una preparazione iniziata in ritardo per i ben noti motivi extracalcistici.

LEGGI ANCHE

Calcio: Biancavilla-Palermo, la trasferta è a rischio. Atteso il parere dell’Osservatorio

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.