Calcio: il Palermo avvisa il Licata, rosanero a valanga contro il Misilmeri :ilSicilia.it
Palermo

8-0 al don carlo misilmeri

Calcio: il Palermo avvisa il Licata, rosanero a valanga contro il Misilmeri

17 Ottobre 2019

Il Palermo calcio batte in amichevole la formazione del Don Carlo Misilmeri con il risultato di 8-0. Fra i marcatori si annovera la doppietta di Sforzini e i gol di Felici, Peretti, Lucera, Ficarrotta, Ferrante e Santana. Buona partita dei giocatori rosanero, un chiaro messaggio in vista della sfida di domenica contro il Licata.

LA FORMAZIONE ROSANERO

22 Fallani, 3 Bechini, 6 Martinelli, 19 Lancini, 21 Lucera, 23 Doda, 26 Mauri, 32 Sforzini, 33 Langella, 54 Peretti, 75 Felici.

A disposizione: 1 Pelagotti, 12 Corallo, 4 Accardi, 5 Ambro, 7 Corsino, 8 Martin, 9 Ricciardo, 10 Rizzo Pinna, 11 Santana, 14 Ficarrotta, 15 Marong, 17 Ferrante, 20 Mendola, 24 Crivello, 27 Vaccaro, 73 Kraja.

LA PARTITA

Mattia Felici sblocca subito il risultato al 3′ con un bel destro dal limite che spiazza il portiere del Don Carlo. Dopo cinque minuti il Palermo raddoppia con un bel destro dal limite di Raimondo Lucera, che spiazza l’estremo difensore biancorosso grazie ad una deviazione.

Palermo - Misilmeri
Palermo – Misilmeri, foto di Fabio Lana

Al 12′ i rosanero triplicano grazie al gol di Sforzini, bravo a girare in rete un bel cross dalla destra di Lucera. L’attaccante palermitano al 26′ piazza la propria doppietta personale, portando il risultato sul 4-0. Al 36′ il Palermo porta il risultato sul 5-0 con Peretti, pronto a sfruttare il cross di Martinelli. La squadra di Pergolizzi potrebbe anche piazzare il sesto gol in chiusura di tempo, ma Langella spara a lato un facile assist di Sforzini.

Nel secondo tempo l’allenatore rosanero cambia molto in vista della sfida contro il Licata. In apertura della ripresa bel destro dai venticinque metri di Lo Re, che impegna severamente Fallani costringendolo alla parata in due tempi. Tre minuti dopo bella punizione di Mercanti che termina di poco a lato alla sinistra dell’estremo difensore rosanero.

La formazione di Pergolizzi torna in auge e va vicino al gol con una bella punizione di Mauri, di poco sopra la traversa. Meno di un minuto dopo e le aquile vanno ancora in gol. Ricciardo serve in profondità Ferrante che è bravo ad inserirsi, ad agganciare di sinistro e a battere il portiere avversario per il gol che vale il 6-0 in favore del Palermo.

A metà del secondo tempo entra in campo anche Luca Ficarrotta, che va subito vicino al gol con un bel destro dal limite che incoccia però il palo. A dieci minuti dalla fine Ricciardo stoppa bene e prova il destro dai trenta metri, ma la palla termina alta sulla traversa. Tre minuti dopo Ficarrotta viene steso in area, l’arbitro non ha dubbi e decreta il rigore. Sul dischetto si presenta l’esterno d’attacco rosanero che non sbaglia, 7-0 per il Palermo.

Allo scadere la squadra di Pergolizzi realizza anche l’ottavo gol. Bel lancio di Ficarrotta in profondità per Ricciardo, che prova il pallonetto ma il portiere riesce a respingere. Sulla palla vagante si fionda Mario Alberto Santana che calcia di collo pieno e realizza un gol bellissimo. La partita si chiude con l’incrocio dei pali colpito da Corsino, arretrato nei minuti finali a terzino visto l’infortunio di Vaccaro. Il finale dal Pasqualino, Palermo – Misilmeri 8-0.

LEGGI ANCHE

Calcio: Palermo-Licata, un legame che va oltre la partita | L’intervista

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.