Calcio: il Palermo non convince, bloccato sul pari dalla Palmese :ilSicilia.it
Palermo

SOLO 0-0 IN TERRA CALABRA

Calcio: il Palermo non convince, bloccato sul pari dalla Palmese

17 Novembre 2019

Un brutto Palermo non va oltre il pari sul campo della Palmese. I rosanero possono soltanto sorridere per i risultati delle altre, ma il gioco continua a latitare.

Male gli uomini di Pergolizzi nel primo tempo, che poi reagiscono sotto l’influsso di Rizzo Pinna, il migliore in campo dei suoi. Non si può parlare di crisi, ma l’allenatore rosanero dovrà certamente rivedere qualcosa.

IL MATCH

Giornata uggiosa in quel di Palmi, con una temperatura prossima ai 18 gradi. Circa 200 i tifosi rosanero al seguito della squadra. Il maltempo ha frenato il pubblico palermitano nella trasfera calabra.

Pergolizzi cambia qualcosa nel suo scacchiere tattico, costretto più dalle circostanze che per volontà tecnica. Assente Doda, convocato in nazionale, Ficarrotta, squalificato, e Sforzini e Corsino, assenti per infortunio.

Il mister rosanero dà fiducia a Fallani, Accardi e Langella, mentre rimane in panchina Felici. In casa Palmese, mister Venuto deve fare a meno di Della Guardia e Cinquegrani e reinventa la squadra con un 4-3-3 atipico. Arbitra l’incontro il signor Sicurello della sezione di Seregno.

LE FORMAZIONI

Palermo: (3-4-2-1) Fallani, Accardi, Lancini, Crivello, Vaccaro, Martin, Martinelli, Langella, Santana, Lucera, Ricciardo. All. Rosario Pergolizzi

A disposizione: Pelagotti, Bechini, Ambro, Rizzo Pinna, Marong, Ferrante, Peretti, Kraja, Felici

Palmese (3-4-3): Licastro, Bruno, Misale, Chiavazzo, Granata, Condomitti, Villa, Trentinella, Saba, Militano, Fioretti. All. Antonio Venuto

A disposizione: Circio, Spanò, Bonadio, Maesano, Tassi, Battaglia, Favasuli, Schisciano, Verdirosi.

PRIMO TEMPO

Al terzo grande occasione per Santana. L’attaccante rosanero è bravo ad anticipare il portiere Licastro sul cross di Langella, ma la palla esce di poco sul fondo.

Al decimo Fioretti cade in area a causa di una spallata di Crivello, per l’arbitro è tutto regolare. Il copione è quello visto contro il Savoia. Poche idee a centrocampo, con Martin marcato a uomo e pochi sbocchi di gioco.

Palmese - PalermoAl 19′ Ricciardo lavora bene di sponda per Lucera che, da posizione decentrata, calcia di destro ma trova la pronta risposta di Licastro. Un minuto dopo primo giallo della partita per il difensore Granata, per un fallo da dietro su Santana.

Al 22′ l’arbitro Sicurello si lascia un pò trasportare dal pubblico ed infligge un giallo evitabile a Vaccaro.

Al 27′ Saba scende sulla sinistra e mette in mezzo un tiro cross che stava per sorprendere Fallani, palla di poco alta sulla traversa. Dopo tre minuti altro episodio dubbio in area rosanero. Punizione dalla destra per la Palmese, cross di Trentinella che colpisce Crivello sul braccio. L’arto era attaccato al corpo e l’arbitro opta per non concedere il calcio di rigore, fra le proteste del pubblico di casa.

Al 32′ ci prova Martin di destra dal verice dell’area di rigore, ma la conclusione è centrale e para facile Licastro. I rosanero continuano a soffrire il pressing degli avversari, con la fase di costruzione affidata ai piedi di Crivello.

Palmese - Palermo
Palmese – Palermo, foto di Giuseppe Bertolino

Al 38′ Palmese pericolosa con Fioretti, che cerca di deviare in rete il cross di Saba, ma non arriva per poco sul pallone e la palla si spegne in fallo laterale. Tre minuti dopo Bruno rischia di farla grossa. Sul cross di Vaccaro, il difensore centrale della Palmese svirgola ma il suo portiere è bravo e reattivo, evitando così il gol.

Un minuto dopo infortunio per Crivello. Il centrale rosanero è costretto ad uscire e viene sostituito da Ambro. Pergolizzi passa forzatamente al 3-5-2, cercando nel trequarti palermitano alternative in fase offensiva. Dopo un minuto di recupero, il primo tempo si spegne sullo 0-0.

SCONTRI NELL’INTERVALLO

Alla fine del primo tempo, tafferugli all’interno del settore ospiti fra alcuni tifosi rosanero. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, che sono riuscite a riportare la calma.

SECONDO TEMPO

Il Palermo parte forte e prova a mettere pressione alla difesa del Palmi. All’ottavo ci prova Ricciardo ci prova in rovesciata, ma il pallone viene respinto. Sul prosieguo dell’azione ci prova Santana di destro, ma il tiro deviato finisce in angolo.

Due minuti dopo si vede la Palmese con una doppia occasione per Fioretti. La prima viene neutralizzata con un bell’intervento di Fallani, mentre il secondo tentativo si concretizza in un destro debole dal limite.

Palmese - Palermo
Palmese – Palermo, foto di Giuseppe Bertolino

Il 4-3-3 messo in campo da Pergolizzi inizia a dare qualche frutto, con Ambro che riesce a dare un pò di imprevedibilità. Al sedicesimo secondo cambio nel Palermo: fuori uno spento Lucera e dentro a sorpresa Rizzo Pinna.

RIZZO PINNA RAVVIVA IL PALERMO

L’arbitro Sicurello estrae il giallo per il mister della Palmese Antonio Venuto, ammonito per proteste. Rizzo Pinna si rende subito pericoloso con un destro dal limite, neutralizzato in due tempi da Licastro.

Il Palermo è più attivo, anche in virtù dei risultati che arrivano dagli altri campi. Primo cambio nella Palmese, fuori Saba e dentro Favasuli, classe 2001. Un minuto dopo giallo per Bruno, per una trattenuta al limite dell’area su Ricciardo.

Palmese - Palermo
Palmese – Palermo, foto di Giuseppe Bertolino

Sul pallone si presenta Santana che calcia a giro di destro, ma il suo tiro incoccia in palo. Un minuto dopo giallo per Rizzo Pinna, per un fallo inutile a centrocampo.

Al 30′ del secondo tempo giallo per Misale per perdita di tempo. Altro cambio nel Palermo, fuori Langella e dentro Peretti. Al 33′ rimane dolorante a terra lo stesso Misale, il che costringe l’arbitro ad interrompere il gioco. Due minuti dopo giallo per Lancini, per un evidente gamba tesa su un avversario.

Al 41′ del secondo tempo Santana viene steso in aerea da Bruno, ma per l’arbitro non è rigore. La partita diventa cattiva e i falli aumentano in maniera esponenziale. Due minuti dopo Misale ha l’occasione della vita per sbloccare l’incontro, ma spedisce la palla fuori.

Al 44′ secondo cambio nella Palmese: fuori Militano (nell’occasione ammonito), dentro Verdirosi. Al 90′ bella percussione di Rizzo Pinna, che ne salta cinque, ma si allunga il pallone e calcia debolmente, pare Licastro.

Nel secondo minuto di recupero ammonito il portiere Licastro per perdita di tempo. Il Palermo ci prova in tutti i modi, ma non riesce a trovare la via del gol. Dopo quattro minuti l’arbitro fischia la fine, Palmese – Palermo 0-0.

LE PAGELLE

Fallani 6: Mai impegnato dal punto di vista degli interventi, rimane comunque concentrato.

Crivello 6,5: Esce per infortunio alla fine del primo tempo. Fino a quando rimane in campo, cerca di impostare e tiene viva la linea difensiva.

Accardi 6: Lavora bene in fase difensiva.

Lancini 6: Interviene bene e con decisisione.

Vaccaro 6,5: Nonostante il giallo, lavora bene sulla sinistra e cerca di mettere cross importanti in mezzo.

Langella 5,5: Parte bene poi si spegne insieme al resto del centrocampo.

Martinelli 5: Offre quantità ma poco altro, poco propositivo in fase offensiva.

Martin 5: Soffre troppo il pressing. La sua partita sembra quasi la fotocopia di quella vista contro il Savoia.

Lucera 5,5: Prova ad essere volitivo, poi si spegne.

Santana 5,5: Il fantasista rosanero sembra ancora non al top dal punto di vista fisico.

Ricciardo 5: Avulso dal gioco. Cerca di servire ai compagni qualche sponda importante, ma non conclude mai verso la porta

Ambro (dal 42′) 6,5: Quando entra dà vitalità al centrocampo rosanero.

Rizzo Pinna (dal 62′) 7: Il migliore dei suoi. Propone tanti passaggi importanti ed è il più pericoloso dei suoi. Merita una chance.

Peretti (dal 75′) 5,5: Troppo timido, spinge davvero poco sulla destra.

Pergolizzi 5,5: Oggi fa i cambi nel momento giusto, ma forse l’errore è stato nella formazione iniziale.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.