Calcio: il Palermo soffre ma trova il pari, 0-0 con la Ternana | LE PAGELLE :ilSicilia.it
Palermo

LA TERZA GIORNATA

Calcio: il Palermo soffre ma trova il pari, 0-0 con la Ternana | LE PAGELLE

di
7 Ottobre 2020

Termina 0-0 la sfida del Liberati fra Ternana e Palermo, valevole per la terza giornata del campionato di Serie C.

Primo tempo abbastanza pimpante da parte dei padroni di casa, con la formazione rosanero che si rende pericolosa tramite le percussioni personali di Rauti e Valente. I padroni di casa sembrano più organizzati dal punto di vista del gioco. Più propositiva la squadra di Lucarelli, con verticalizzazioni e schemi che mettono in difficoltà la retroguardia rosanero.

Poi nella ripresa la Ternana ha tante occasioni per passare in vantaggio. Prima con Falletti, poi con Furlan e infine con Raicevic, ma è bravo Pelagotti a salvare il risultato.

Un buon punto per la formazione di Boscaglia, vittima di tante assenze e con una squadra ancora da formare e forgiare a propria immagine. Adesso il club rosanero sarà atteso dalla sfida casalinga contro l’Avellino.

LE PAGELLE

Pelagotti 7: Impegnato a più riprese dagli avversari, salva il risultato in numerose occasioni. Decisivo.

Lancini 6: Un pò nervoso nelle fasi iniziali, si riprende alla grande limitando gli avanti rossoverdi.

Somma (C) 5,5: Una buona partita quella del neoacquisto rosanero, che rischiava però di rovinare tutto con l’errore madornale nel finale di partita. Accardi lo salva dall’insufficienza sulla linea.

Marconi 6: Anche lui molto bene, così come tutto il pacchetto arretrato.

Doda 5,5: Bravo a contenere, poco ad offendere.

Odjer 6: Ottimo frangiflutti a centrocampo, fornisce una prestazione di sostanza.

Martin 5: Assente ingiustificato dalla partita. Zero proposte di gioco, deve ancora adattarsi al nuovo scacchiere di Boscaglia.

Palazzi s.v.

Valente 6: In crescita rispetto alla prestazione fornita a Teramo. Nel primo tempo crea i presupposti per l’unica palla gol dei rosanero su azione.

Saraniti 4: Al momento è impresentabile. Rauti nel secondo tempo gli dà una palla d’oro per il vantaggio, ma lui è troppo macchinoso e spreca tutto. Troppo passivo, sembra un oggetto avulso dalla squadra.

Rauti 7: Il migliore dei suoi. Nel primo tempo si crea una palla gol da solo. Poi si sacrifica molto in fase difensiva e scambia bene con valente in avanti. Con una vera punta potrebbe fare grandi cose.

Broh 5,5: Non proprio nelle migliori condizioni, ha l’alibi di essere arrivato da poco e di dovere apprendere ancora gli schemi tattici.

Accardi 6,5: Monumentale nel finale di partita, salva il risultato su Raicevic.

Lucca 5: Oggetto misterioso, deve trovare tempi e condizione fisica.

Floriano s.v.

All. Boscaglia 6: Complessivamente propone uno schema di gioco nuovo che porta i suoi frutti. Il Palermo rischia ma non incassa, grazie alla solidità del reparto difensivo. Il voto sarebbe anche più alto se la squadra proponesse qualcosa in avanti, ma è chiaro che l’inserimento dei nuovi innesti richiede tempi e miracoli non se ne possono fare. La formazione rosanero è comunque sulla buona strada.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

Boscaglia rivoluziona un pò il proprio undici titolare rispetto a quanto visto a Teramo, proponendo un 3-5-2. Assente Crivello, minuti importanti per il neo acquisto Somma. Spazio anche per Martin in mediana. In avanti in panchina Kanoutè, titolare la new entry Rauti.

All’undicesimo giallo per Lancini per un brutto fallo su Partipilo. Poco dopo si fa male Palazzi, al suo posto Broh. Al 17′ prima occasione da gol per i padroni di casa con Damian, bravo a sfruttare una ripartenza per una palla persa da Martin. Il suo tiro a giro però viene deviato da Pelagotti in angolo.

Per vedere il Palermo in avanti bisogna aspettare il 22′ con una bella incursione di Valente, ma il suo tiro-cross non incontra ne la porta ne la deviazione di Saraniti. Due minuti dopo, giallo in casa Ternana per Furlan. Al 27′ grande occasione per la Ternana con Falletti. L’ex rosanero mette sul campo una bella percussione, salta due avversari e conclude di poco alto sulla traversa.

Al 31′ azione personale di Rauti che è bravo a ripartire in contropiede. Il trequartista però calcia male di destro e non trova la porta. Al 34′ altra palla gol per i padroni di casa: cross di Mammarella che trova l’incornata di Partipilo, il cui colpo di testa finisce di poco fuori. Al 40′ giallo per Falletti per proteste.

Il primo tempo si chiude con un episodio dubbio in area di rigore rossoverde, con Suagher che intercetta un filtrante di Broh con un braccio abbastanza largo, ma l’arbitro lascia proseguire. Al Liberati si va al riposo sullo 0-0.

LA RIPRESA

Parte forte la Ternana. Partipilo serve in area piccola Falletti che conclude di destro, trovando la pronta risposta di Pelagotti che devia in angolo. Al 51′ occasione colossale per Furlan che, da solo in area, calcia di piatto e cerca il secondo palo, ma l’estremo difensore rosanero dice ancora no e respinge in corner.

Doppio cambio in casa Ternana: dentro Proietti e Torromino, fuori Damian e Furlan. Cambi anche in casa Palermo: escono Saraniti e Doda, in campo Accardi e Lucca. In campo succede poco o nulla, con le due squadre impegnate in una lunga fase di studio. I padroni di casa così cambiano ancora in campo Raicevic e fuori Vantaggiato. E’ la Ternana a fare la partita, con il Palermo che soffre e cerca di non incassare gol.

In campo continua a succedere poco o nulla. Lucarelli si gioca gli ultimi due cambi: fuori Defendi e Partipilo, dentro Peralta e Laverone. Al 75′ Raicevic in spaccata va vicino al gol in spaccata, ma è bravo Pelagotti a farsi trovare pronto. Al 90′ ultimo cambio in casa Palermo: fuori un ottimo Rauti e dentro Floriano.

Ma in pieno recupero la Ternana ha la migliore occasione per passare in vantaggio. Errore colossale di Somma, che “serve” in piena area di rigore Raicevic, ma Accardi è monumentale e salva sulla linea. Dopo tre minuti di recupero, termina la partita al Liberati: 0-0 fra Ternana e Palermo.

LE FORMAZIONI

TERNANA: 1 Iannarilli, 3 Mammarella, 5 Damian, 6 Kontek, 7 Furlan, 10 Vantaggiato, 15 Suagher, 17 Falletti, 21 Partipilo, 25 Defendi (cap.), 29 Diakhite.

A disposizione: 22 Vitali, 8 Proietti, 11 Torromino, 14 Russo, 18 Boben, 20 Paghera, 23 Raicevic, 24 Peralta, 26 Laverone, 30 Palumbo, 31 Frascatore.

PALERMO: 1 Pelagotti, 2 Doda, 5 Palazzi, 8 Martin, 9 Saraniti, 13 Lancini, 14 Valente, 15 Marconi,  19 Odjer, 23 Rauti, 24 Somma (cap.).

A disposizione: 12 Fallani, 4 Accardi, 7 Floriano, 10 Silipo, 16 Peretti, 17 Lucca, 20 Kanoute, 21 Broh, 25 Cangemi, 26 Marong.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin