Calcio, Palermo: club chiede gestione gratuita dello stadio :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

incontro con la I commissione comunale

Calcio, Palermo: club chiede gestione gratuita dello stadio

di
10 Settembre 2019

I membri della Commissione Consiliare Patrimonio e Bilancio del Comune di Palermo ha incontrato stamattina, presso lo stadio Renzo Barbera, l’amministratore delegato della SSD Palermo Calcio Rinaldo Sagramola e il presidente Dario Mirri.

Al centro dell’incontro, un confronto sulla convenzione per l’utilizzo dello stadio ed una più ampia discussione sulla gestione della struttura finalizzata all’utilizzo da parte di tutte e tutti.

Per i consiglieri Barbara Evola, Andrea Mineo, Toni Sala, Sandro Terrani, Fabrizio Ferrandelli, Dario Chinnici, Ugo Forelloassistiamo ad un momento di genuina rinascita e il rinnovamento non solo della squadra di calcio ma di una intera comunità, sotto il segno della trasparenza e della condivisione.

Il confronto – affermano i componenti della Commissione – ha fatto emergere, da parte della società, la necessità di rivedere lo schema di utilizzo dello Stadio con una convenzione che preveda la gestione gratuita dell’impianto. La Società infatti ha in cantiere anche la apertura di un centro sportivo che assolva la funzione di polo aggregativo e riferimento territoriale per la valorizzazione dei valori connessi allo sport. Vi è quindi la necessità di un ragionamento politico di ampio respiro perché la squadra di calcio e lo stadio rappresentano un patrimonio di Palermo e la loro amministrazione incide in modo rilevante sull’economia e sulla tenuta sociale della comunità cittadina”.

Intanto, in vista della partita di domani, sono meno di mille i biglietti venduti per la sfida contro il Biancavilla, valevole per il primo turno della Coppa Italia Serie D. Non sono bastati i prezzi “popolari” messi dalla società a portare la gente allo stadio, limitata dalla fascia oraria in cui è stata stabilita gara, ovvero alle 16:00. D’altro canto, era impossibile prevedere un orario diverso visto, in primo luogo, la necessità per la squadra ospite di rientrare ad un orario consono in città e, in secondo luogo, visto il fatto che domani si gioca la terza giornata di campionato.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo calcio, al Barbera arriva il Biancavilla. L’intervista a mister Pidatella

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco