Calcio, Palermo: club chiede gestione gratuita dello stadio :ilSicilia.it
Palermo

incontro con la I commissione comunale

Calcio, Palermo: club chiede gestione gratuita dello stadio

10 Settembre 2019

I membri della Commissione Consiliare Patrimonio e Bilancio del Comune di Palermo ha incontrato stamattina, presso lo stadio Renzo Barbera, l’amministratore delegato della SSD Palermo Calcio Rinaldo Sagramola e il presidente Dario Mirri.

Al centro dell’incontro, un confronto sulla convenzione per l’utilizzo dello stadio ed una più ampia discussione sulla gestione della struttura finalizzata all’utilizzo da parte di tutte e tutti.

Per i consiglieri Barbara Evola, Andrea Mineo, Toni Sala, Sandro Terrani, Fabrizio Ferrandelli, Dario Chinnici, Ugo Forelloassistiamo ad un momento di genuina rinascita e il rinnovamento non solo della squadra di calcio ma di una intera comunità, sotto il segno della trasparenza e della condivisione.

Il confronto – affermano i componenti della Commissione – ha fatto emergere, da parte della società, la necessità di rivedere lo schema di utilizzo dello Stadio con una convenzione che preveda la gestione gratuita dell’impianto. La Società infatti ha in cantiere anche la apertura di un centro sportivo che assolva la funzione di polo aggregativo e riferimento territoriale per la valorizzazione dei valori connessi allo sport. Vi è quindi la necessità di un ragionamento politico di ampio respiro perché la squadra di calcio e lo stadio rappresentano un patrimonio di Palermo e la loro amministrazione incide in modo rilevante sull’economia e sulla tenuta sociale della comunità cittadina”.

Intanto, in vista della partita di domani, sono meno di mille i biglietti venduti per la sfida contro il Biancavilla, valevole per il primo turno della Coppa Italia Serie D. Non sono bastati i prezzi “popolari” messi dalla società a portare la gente allo stadio, limitata dalla fascia oraria in cui è stata stabilita gara, ovvero alle 16:00. D’altro canto, era impossibile prevedere un orario diverso visto, in primo luogo, la necessità per la squadra ospite di rientrare ad un orario consono in città e, in secondo luogo, visto il fatto che domani si gioca la terza giornata di campionato.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo calcio, al Barbera arriva il Biancavilla. L’intervista a mister Pidatella

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.