Calcio, Palermo fermato dal Cesena. Ora per la Serie A c'è la lotteria dei playoff :ilSicilia.it
Palermo

Niente promozione diretta

Calcio, Palermo fermato dal Cesena. Ora per la Serie A c’è la lotteria dei playoff

di
12 Maggio 2018

Il Cesena si conferma bestia nera delle grandi e blocca il Palermo al “Barbera” sullo 0-0 dopo aver battuto Parma e Frosinone. Un punteggio che costringerà i rosanero a rinviare i propri sogni di gloria alla lotteria dei playoff.

Il Palermo fa la partita ma il Cesena è attento e concede pochi spazi. Al 12′ la prima grande occasione per i rosanero: gran recupero di Moreo che tiene in campo il pallone da destra sulla linea di fondo, palla a Rolando che mette in mezzo per La Gumina, l’attaccante arriva male sul pallone e spara alto. Al 23′ Rolando si libera di Fazzi e mette al centro, colpo di testa di Aleesami che non trova la porta. Al 28′ conclusione di Rolando respinta da Fulignati, sulla ribattuta destro di La Gumina che colpisce Moreo. Al 33′ grande occasione per Rispoli ma il suo destro ravvicinato viene respinto da Fulignati. Al 39′ il Palermo fallisce un calcio di rigore concesso per una plateale trattenuta di Cascione ai danni di Dawidowicz; dal dischetto Coronado manda alto.

Nella ripresa al 10′ Coronado conquista palla a sinistra e prova a fare tutto da solo, avanza verso la porta con una serie di finte e poi conclude altissimo. All’11’ occasione Cesena con un destro da fuori di Fedele che Pomini riesce a respingere in angolo. Al 30′ buona chance per Aleesami dal limite ma la mira e’ sbagliata. Al 36′ Fulignati dice di no a Trajkovski mandando in angolo la conclusione ravvicinata.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.