Calcio, Palermo: Floriano allontana la crisi e il Savoia, battuto il Roccella | Foto e Pagelle :ilSicilia.it
Palermo

ROSANERO A +5 SUL SAVOIA

Calcio, Palermo: Floriano allontana la crisi e il Savoia, battuto il Roccella | Foto e Pagelle

di
19 Gennaio 2020
Foto di Fabio Lana

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Il Palermo vince e scaccia via i fantasmi della crisi, battendo il Roccella per 1-0.

I rosanero ci provano con poca convinzione nel primo tempo, soffrendo qualche incursione offensiva dei calabresi. L’arbitro Sfira della sezione di Pordenone annulla un gol ai calabresi, per un dubbio fallo su Lancini in area.

Nella ripresa i rosanero si mostrano statici, in cerca dell’occasione che possa sbloccare l’incontro. Al 65′ arriva l’episodio tanto sperato: Floriano si guadagna un rigore di mestiere e realizza il gol del vantaggio.

Il Roccella rischia comunque di pareggiare, ma Khoris scaglia alle stelle. Poi i calabresi rimangono in dieci per l’espulsuone di Ibrahime e la partita si chiude definitivamente.

I rosanero, attesi dalla trasferta contro il Marina di Ragusa, approfittano del pari del Savoia proprio contro gli iblei ed allungano a +5 in classifica.

Il MATCH

Splende un timido sole sul capoluogo siciliano. Mezzi vuoti gli spalti del Renzo Barbera, con una prevendita che non ha scaldato di certo gli animi, dopo lo stentato pareggio conseguito contro il San Tommaso.

Palermo-Roccella
Il prato del Renzo Barbera, foto di Fabio Lana.

Pergolizzi, come al solito, adotta un atteggiamento prudente e si affida ai suoi uomini più collaudati. Fuori Ambro ed Accardi, il tecnico schiera una difesa a 3 con Lancini, Peretti e Crivello. Centrocampo di spinta con Langella, Kraja e Martinelli a coadiuvare Martin. Nel tridente, l’allenatore palermitano sceglie Floriano a discapito di Ficarrotta, con Felici e Ricciardo a completare il trio d’attacco.

Circa 13.000 i tifosi rosanero presenti, con una piccola rappresentanza di supporter calabresi giunti a Palermo. Manto erboso che si presenta non in perfette condizioni.

Arbitra il signor Bogdan Nicolae Sfira della sezione di Pordenone, coadiuvato dal primo assistente Simone De Nardi di Conegliano e Roberto D’Ascanio di Roma 2.

LE FORMAZIONI

PALERMO (3-4-2-1): 1 Pelagotti, 24 Crivello, 19 Lancini, 54 Peretti, 4 Accardi, 6 Martinelli (Cap.), 8 Martin, 33 Langella, 73 Kraja, 75 Felici, 9 Ricciardo. All. Rosario Pergolizzi

A disposizione: 22 Fallani, 5 Ambro, 14 Ficarrotta, 15 Bubacarr, 26 Mauri, 30 Silipo, 32 Sforzini, 10 Rizzo Pinna.

ROCCELLA (4-4-2): 1 Scuffia (cap.), 2 Ibrahime, 3 Malerba, 4 Capellini, 5 Liviera Zugiani, 6 Coluccio, 7 Kamara, 8 Faiello, 9 Khoris, 10 Leveque, 11 Achik Ismail. All. Francesco Galati.

A disposizione: 12 Margherito, 13 Gioia, 14 Pascuzzi, 15 Riitano, 16 Suraci, 17 Amato, 18 Sangare, 19 Pietanesi, 20 Perkovic.

PRIMO TEMPO

Nemmeno un minuto e gli animi si scaldano subito. Ibrahime stende Felici all’altezza della bandierina del corner, si crea un capannello in area con diversi giocatori coinvolti. L’arbitro decide di non estrarre cartellini.

Il Palermo parte forte e prova subito a sbloccare l’incontro. Martinelli imbuca per Ricciardo, ma l’attaccante rosanero è lento a concludere e si fa contrare il tiro in angolo. Sugli sviluppi del corner è lo stesso numero otto a mettere un ottima palla in mezzo che Langella manca di poco.

Dopo un inizio furente, il Roccella prende le misure alla formazione di Pergolizzi ed inizia a chiudere diligentemente gli spazi. Al minuto undici brutta tegola per i rosanero: Ricciardo ha un problema alla caviglia ed è costretto ad uscire, al suo posto Sforzini.

Al 15′ giallo per Liviera per un fallo tattico su Langella. L’arbitro Sfira estrae un cartellino un minuto dopo all’indirizzo di Peretti. Ed è proprio il primo fischietto di Pordenone a prendersi una responsabilità importante, annullando il gol del possibile vantaggio al Roccella per un dubbio fallo su Lancini.

Al 23′ clamorosa occasione sui piedi di Floriano. Felici si inserisce bene da sinistra, serve il compagno di reparto che, con la porta spalancata, allarga troppo il piatto e manda il pallone fuori.

Due minuti dopo è ancora l’ex Bari a rendersi pericoloso ma dopo un ottimo dribbling spreca tutto con un destro debole facilmente neutralizzato da Scuffia.

Il Roccella però è in partita e sfiora il gol due volte. La prima occasione capita sui piedi di Ismail, bravo ad inserirsi ma non altrettanto a concludere, tanto da farsi neutralizzare da Pelagotti. Sugli sviluppi dell’azione, è proprio il fantasista della formazione calabrese a mettere in mezzo un cross che attraversa tutto lo specchio della porta, con Lancini costretto a mettere in angolo.

Sul fronte palermitano è sempre il duo Felici-Floriano a rendersi pericoloso. Stavolta è il classe 2001 a concludere, con Scuffia costretto agli straordinari, palla in angolo.

Il primo tempo si spegne sullo 0-0, con qualche timido fischio che si solleva dagli spalti del Renzo Barbera.

SECONDO TEMPO

Dopo due minuti di gioco, giallo per Langella per fallo tattico. La partita è contratta e nessuna delle due squadre riesce a trovare il varco giusto. All’ottavo, altro cartellino in casa Palermo, stavolta per Lancini per eccesso di proteste nei confronti dell’arbitro.

Al 55′ occasione sui piedi di Langella, il cui sinistro viene deviato da un difensore avversario e finisce fuori di poco, palla in angolo.

Cambio nel Roccella, fuori Ismail e dentro Pascuzzi. Al 63′ ci prova Floriano, ma la sua conclusione termina alta sulla traversa. Al 65′ l’episodio che decide l’incontro: bell’incursione sulla sinistra dell’esterno ex Bari, che cade in area. L’arbitro Sfira concede un rigore che appare generoso, ma che il fantasista rosanero non spreca, Palermo – Roccella 1-0.

La partita cambia volto, con i calabresi costretti a sbilanciarsi in cerca del pareggio. Incredibile ma vero, il Palermo si addormenta e concede spazi ai calabresi. Martinelli stende in area Khoris, l’arbitro non ha dubbi e concede il rigore. Sul dischetto si presenta proprio il numero 9, che spara clamorosamente alle stelle.

Pergolizzi ricorre ai suoi primi due cambi: fuori Kraja e Felici, dentro Ambro e Silipo. Nel Roccella fuori Coluccio e dentro Perkovic. Poi, Sforzini è bravo a guadagnarsi un fallo al limite dell’area. A stenderlo è Ibrahime già ammonito, secondo giallo per lui e Roccella in dieci.

Sugli sviluppi della punizione, Sforzini gira bene di testa ma la palla va fuori di poco. Poco dopo ci prova il neo entrato Silipo, bravo a calciare al volo di sinistro ma non trova di poco lo specchio. Quarto cambio nelle file ospiti, fuori Kamarà e dentro Sangare.

Nel finale, Pergolizzi si copre: fuori Floriano e Sforzini, dentro Mauri e Ficarrotta. L’arbitro Sfira concede cinque minuti di recupero. Nel finale, i calabresi ci provano fino alla fine ma il Palermo porta a casa la partita, Palermo – Roccella 1-0.

LE PAGELLE

Pelagotti 5,5: Non perfetto su alcuni calci piazzati, fra cui quello del gol annullato al Roccella.

Crivello 6: Dirige il reparto arretrato senza correre particolari rischi.

Lancini 6: Fa la sua partita, tenendo a bada gli avanti calabresi.

Peretti 5: Il giocatore che è apparso più in sofferenza del reparto arretrato. Prende un giallo per un fallo stupido sulla trequarti e copre male sul settore destro.

Martinelli 4,5: Il peggiore dei suoi. Mai in partita, fornisce poca assistenza a Floriano.

Martin 5: Poco idee e confuse, il fantasma di quello visto ad inizio stagione

Langella 6: Propone validi inserimenti e crea spazi importanti per i compagni. Unico limite, conclude poco verso la porta.

Kraja 6: Ordinaria amministrazione senza mai uscire dal compitino, ma quantomeno lo fa bene.

Floriano 7: Si vede ancora qualche limite dal punto di vista fisico, ma la tecnica e la classe sono evidenti nel giocatore ex Bari. Impreciso in fase conclusiva, dialogo però efficacemente con Felici. Poi, nel momento clou, realizza il rigore decisivo.

Felici 7: Il più incisivo dei suoi, crea spazi e tenta svariate volte la conclusione, senza però trovare il bersaglio grosso.

Ricciardo s.v.

Sforzini (dal 11′) 6:Gioca da fermo ma guadagna tanti palloni e fa salire la squadra.

Ambro s.v.

Silipo s.v.

Pergolizzi 6: Squadra ancora convalescente, ma quel che conta è il risultato.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.