Calcio, Palermo: i bilanci, la rosa, la questione di fiducia :ilSicilia.it
Palermo

LA PROPRIETA' CERCA CONSENSI

Calcio, Palermo: i bilanci, la rosa, la questione di fiducia

14 Giugno 2019

La questione di fiducia è un istituto di diritto pubblico con cui solitamente il governo del Paese chiede appunto la fiducia al Parlamento, al fine di essere sostenuto nel proprio programma esecutivo. Traslando il discorso in chiave calcistica, la nuova società del Palermo è alla ricerca di fiducia in un ambiente che esce da anni di delusioni e maltrattamenti mediatici, che chiede quindi sicurezze e certezze per il futuro. Quest’ultime però non sono facili da garantire, visto anche lo status tutt’altro che roseo delle casse rosanero.

Molto probabilmente sarà una stagione di transizione, segnata dall’esigenza di ripianare i conti e snellire la rosa. Il repulisti societario è già in corso e potrebbe coinvolgere anche nomi graditi ai tifosi rosanero, tra cui quello di Vincenzo Sicignano, ex portiere e bandiera del Palermo, e quello di Rino Foschi. Il DS della società in particolare sarebbe stato messo alle strette dalla nuova proprietà, la quale vuole dare un segno di discontinuità rispetto al passato.

Il pensiero sarebbe anche comprensibile, ma si scontra con la presenza ineluttabile nell’organigramma di Daniela De Angeli, ex segreteria di Maurizio Zamparini ed oggi a capo del settore amministrativo della società.

Fiducia, si, quella fiducia che i tifosi dovrebbero avere anche sulla costruzione della rosa per la prossima stagione. Ad oggi Pasquale Marino, nuovo allenatore del Palermo sa solo il giorno e il luogo del prossimo ritiro (San Lorenzo Dorsino – 14/27 Luglio), ma non chi si ritroverà davanti. Dopo la partenza di Mato Jajalo verso Udine e la scadenza del prestito di Haas, il quale torna al momento verso Bergamo, molti altri nomi sono dati in uscita in casa  rosanero. Fra i nomi più papabili in uscita, quelli di Nestorovski e Trajkovski sono i principali indiziati di cessione, ovviamente insieme al terzino Andrea Rispoli, dato ormai partente ad ogni sessione di mercato.

La fiducia è una cosa stupenda, ma va costruita e cementata nel tempo. D’altro canto, non concedere fiducia ad una società accasatasi da solo qualche mese in viale del Fante, appare quantomeno ingiusto. E’ proprio un bel dilemma, che i Tuttolomondo e Lucchesi dovranno al più presto sciogliere, magari con qualche colpo di mercato. Pur essendo stupendo il progetto di ripartire dal cuore palermitano della squadra, è indubbio che con tutte queste partenze in vista servano nomi di categoria per fare una stagione tranquilla nella serie cadetta.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.