Calcio, Palermo: il tempo delle chiacchiere è finito, la Covisoc aspetta :ilSicilia.it
Palermo

BISOGNA FARE PRESTO

Calcio, Palermo: il tempo delle chiacchiere è finito, la Covisoc aspetta

20 Giugno 2019

Siamo giunti all’apice di questo tribolato finale di stagione del Palermo calcio. Nella giornata di domani, il Consiglio di Amministrazione dell’U.S. Città di Palermo si riunirà per discutere delle procedure d’iscrizione al prossimo campionato di Serie B e i relativi adempimenti da effettuare per ottenere il benestare dalla COVISOC, l’ente preposto al controllo dei bilanci e dei requisiti per ottenere l’iscrizione al campionato.

Il termine ultimo per presentare tutti i documenti necessari è fissato per lunedì 24 giugno. Successivamente, la Covisoc si prenderà qualche giorno di tempo per analizzare tutti i documenti necessari e darà il benestare definitivo intorno al 4 luglio.

I problemi sono quelli di sempre, dannatamente difficili da risolvere, ovvero la mancanza di liquidità e la questione del marchio. La società rosanero è certa di riuscire a risolvere la situazione, ma le casse del club sono al momento vuote, in attesa di un aumento di capitale o di investimenti seri.

L’unica entrata immediata appare quella di sempre, ovvero fare cassa attraverso il mercato. Sono tanti i nomi che sono stati fatti in uscita in casa Palermo, anche se quello di cui si fa il nome maggiormente è Puscas. L’attaccante rumeno sta facendo vedere delle ottime cose al campionato europeo e alcuni club lo hanno puntato.

In entrata tutto tace, con l’idea Toscano che probabilmente rimarrà un sogno, visto che il centrocampista ex Trapani si sta muovendo verso Chiavari, direzione Entella. Intanto sono state ufficializzate le date del ritiro, che inizierà il 10 luglio a Boccadifalco, per poi spostarsi verso San Lorenzo Dorsino tre giorni dopo. Marino dovrà iniziare la preparazione con una squadra rimaneggiata e con ben sei primavera aggregati. Si tratta di Angileri, Cannavò, Gallo, Rizzo, Ruggieri e Santoro.

Non ci rimane che aspettare la giornata di domani ed attendere che Arkus faccia la sua mossa, chiudendo ogni polemica e tranquillizzando i tifosi che certamente sono in piena tensione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.