Calcio, Palermo: scontro Mirri-Di Piazza, striscione di protesta appeso allo stadio :ilSicilia.it
Palermo

IL MESSAGGIO DELLE CURVA NORD INFERIORE

Calcio, Palermo: scontro Mirri-Di Piazza, striscione di protesta appeso allo stadio

di
3 Giugno 2020

La città è stanca dei problemi in società, pretendiamo rispetto e serietà“.

Con queste poche parole, i tifosi della Curva Nord Inferiore hanno deciso di protestare verso lo scontro, visto nelle ultime settimane, fra le due anime della SSD Palermo, ovvero Dario Mirri e Tony Di Piazza.

Un conflitto iniziato a seguito del Consiglio d’Amministrazione dello scorso 26 maggio. Fu proprio in tale occasione che l’imprenditore italo-americano decise di dimettersi e di mettere in vendita le quote della società.

LO SCONTRO FRA MIRRI E DI PIAZZA

Ho purtroppo compreso che probabilmente la mia passione per il calcio ed in particolare, l’ambizione per un GRANDE PALERMO, non può convivere con una mentalità imprenditoriale completamente diversa da quella che mi ha accompagnato nel mio percorso professionale negli Stati Uniti – sottolineò Di Piazza -. Pertanto con grande rammarico, intendo comunicare la mia volontà di valutare possibili interlocutori interessati a rilevare seriamente e consapevolmente la mia partecipazione, assicurando, comunque, che sino alla definizione della mia uscita non farò mancare il mio impegno originariamente previsto, se è il caso lottando e ponendo al primo posto ogni bene per la nostra amata squadra e per la città alla quale sono e resto legatissimo“.

Parole di certo pesanti e che hanno sconvolto l’equilibrio raggiunto non più tardi di undici mesi fa. Altro capitolo dell’insofferenza dell’ormai ex vicepresidente si è registrato sabato 30 maggio, quando Di Piazza affidò a Facebook il suo ennesimo sfogo.

“Con grande sorpresa ho constatato che gli altri consiglieri Dario e Daniele Mirri, a maggioranza, hanno bocciato la mia proposta di versare immediatamente, entro 72 ore, ognuno per la sua quota, l’intero capitale sociale sottoscritto in Hera Hora per 15.000.000 così da dotare a sua volta la SSD Palermo di tutte le somme necessarie per coprire il budget approvato lo scorso martedì e sostenere ulteriori investimenti finalizzati a fare della squadra del Palermo una squadra sempre più forte e solida, così come merita la sua tifoseria“.

Una stoccata mal digerita da Dario Mirri, che avrebbe di certo preferito un confronto interno.

A tal proposito, Dario Mirri ha convocato per il 9 giugno l’Assemblea dei Soci, all’interno della quale vi dovrebbe essere il chiarimento conclusivo delle vicenda. Alla riunione parteciperanno anche i rappresentanti del comitato d’azionariato popolare, Amici Rosanero.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin