Calcio: Pergolizzi salvato da Langella, Palermo-Marsala finisce 3-1 | Foto e Pagelle :ilSicilia.it
Palermo

LA PAPERA DEL PORTIERE SALVA LA PANCHINA DEL TECNICO ROSANERO

Calcio: Pergolizzi salvato da Langella, Palermo-Marsala finisce 3-1 | Foto e Pagelle

di
5 Gennaio 2020
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala
Palermo-Marsala

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Finisce 3-1 Palermo-Marsala, match valevole per la diciottesima giornata del campionato di Serie D – Girone I. La formazione di Pergolizzi sblocca il punteggio grazie al rigore di Mauri. Poi subisce il pareggio, sempre su penalty di Balistreri.

Il Marsala riesca addirittura di portarsi in vantaggio, poi il portiere Russo combina una papera clamorosa e regala il vantaggio a Langella. Nel recupero, Silipo chiude la partita con una magia.

Per il momento, Pergolizzi salva la sua panchina. Tuttavia, la mancanza di un gioco è evidente e, alla lunga, i rosanero rischiano di pagarne lo scotto.

IL MATCH

Circa quindicimila spettatori presenti oggi al Renzo Barbera, con una folta rappresentanza lilibetana al seguito del Marsala. Arbitra il signor Leonardo Tesi della sezione di Lucca, assistenti Petrica e Barberis.

LE FORMAZIONI

PALERMO: 1 Pelagotti, 6 Martinelli, 9 Ricciardo, 14 Ficarrotta, 19 Lancini, 23 Doda, 24 Crivello, 26 Mauri, 27 Vaccaro, 73 Kraja, 75 Felici.

A disposizione: 22 Fallani, 3 Bechini, 4 Accardi, 5 Ambro, 8 Martin, 10 Rizzo Pinna, 17 Ferrante, 30 Silipo, 33 Langella.

Allenatore: Rosario Pergolizzi.

MARSALA: 1 Russo, 26 Lo Cascio, 28 Gallo, 5 Scoppetta, 93 Inzoudine, 71 Candiano, 27 La Vardera, 15 Lorefice, 9 Balistreri, 10 Padulano, 23 Rizzo.

A disposizione: 22 Giordano, 2 Lo Iacono, 6 Monteleone, 8 Pucci, 13 Montuori, 14 Maiorano, 17 Ferchichi, 29 Celesia, 69 Federico.

Allenatore Nicolò Terranova

PRIMO TEMPO

Il Marsala parte molto coperto, cercando di arginare il Palermo sulle fasce. Al sesto occasione per Kraja, bravo a liberarsi dai venti metri e a liberare il suo destro, che però termina alto sulla traversa. Un minuto dopo i lilibetani replicano con Padulano, che dal limite ci prova di destro impegnando un Pelagotti non proprio perfetto.

Al 9′ Ficarrotta tenta la sortita su punizione, la respinta di Russo è degna di una puntata di Mila e Shiro, ma si rivela efficace. Pergolizzi cambia leggermente le sue convinzioni tattiche, passando al 4-2-3-1, con Kraja e Mauri sulla mediana e Martinelli sulla linea dei trequartisti.

Al 14′ Felici si guadagna un calcio piazzato dal limite. A tirarlo ci pensa Mauri, che manca di poco la porta. Il Marsala ci prova con più convinzione, approfittando di un Palermo troppo incerto in difesa. Al sedicesimo occasione clamorosa per Rizzo, bravo a saltare Doda ma un pò meno nella conclusione, che trova solo l’esterno della rete.

Gli azzurri hanno più voglia e si vede. Al 21′ è Balistreri a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un corner, para facile Pelagotti. Due minuti dopo Doda perde un pallone sanguinoso in uscita, Candiano si libera al tiro ma la palla esce larga. Il Palermo dorme e l’unico che ci prova con convinzione è l’ex Ficarrotta. Il numro 14 rosanero si esibisce in una bella incursione centrale che si conclude con un sinistro neutralizzato da Russo in angolo.

Il Palermo avrebbe anche trovato la via del gol, ma la rete di Martinelli viene annullata per fuorigioco. Al ventinovesimo giallo per Gallo per perdita di tempo. Rosanero monotematici in fase di costruzione, con la ricerca continua di Vaccaro sulla sinistra che, però, non trova mai la deviazione vincente di un Ricciardo davvero spento.

In pieno recupero il Marsala la fa grossa: Felici viene steso in area e l’arbitro Tesi concede il rigore. Sul dischetto si presenta Juan Mauri che realizza un gol importantissimo, Palermo-Marsala 1-0. Così si spegne un primo tempo equilibrato, in cui i rosanero hanno faticato tantissimo in fase di costruzione.

SECONDO TEMPO

Al 4′ Pelagotti ricambia il favore al Marsala, abbattendo Balistreri in area. L’arbitro concede il rigore. Sul dischetto si presenta proprio il numero 9, che spiazza l’estremo difensore rosanero e realizza il gol del 1-1.

Il Marsala si galvanizza e ci prova con Candiano, il cui destro non trova la porta. Il Palermo è confuso e Pergolizzi prova a risolvere una situazione intricata con la sua solita prevedibilità, fuori Langella e dentro Kraja.

Al 65′ ci prova Candiano su punizione, Pelagotti a mano aperta respinge in angolo. Al 69′ Pergolizzi effettua il suo secondo cambio: fuori Felici e dentro il neo-acquisto Silipo.

Ma al minuto settantratre il Palermo ripassa in vantaggio. Papera clamorosa di Russo, che respinge di pugno un cross che doveva bloccare. Sulla respinta è lesto Langella a fiondarsi sul pallone e a mettere la palla in rete, Palermo-Marsala 2-1. Al 78′ Ricciardo potrebbe chiudere dalla partita, ma completamente libero in area piccola colpisce male e la palla termina fuori.

Doppio cambio nel Marsala, fuori Inzoudine e La Verdera, dentro Maiorano e Celesia. I lilibetani si sbilanciano alla ricerca del pareggio. Al minuto ottanta giallo per Candiano, per un fallo a centrocampo su Ficarrotta.

Terzo cambio nel Palermo, fuori Ricciardo e dentro Accardi. I rosanero passa a cinque, chiudendosi in difesa per difendere il vantaggio. Forcing del Marsala nei minuti finali in cerca del pari. Balistreri protesta con l’arbitro e si becca il giallo.

In pieno recupero Silipo trova il gol della domenica, beffando Russo con un pallonetto da posizione impossibile, Palermo-Marsala 3-1.

LE PAGELLE

Pelagotti 5,5: Troppo incerto in alcune situazioni difensive.

Doda 5: Soffre Rizzo sulla destra, non riuscendo quasi mai a limitarlo efficacemente

Crivello 6: Fa il compitino, ma tanto basta

Lancini 6: Come Crivello, chiude bene su Balistreri.

Vaccaro 5,5: Continuamente cercato dai compagni, appare un pò in debito d’ossigeno.

Martinelli 6: Aveva trovato il gol, ma l’arbitro ha annullato per fuorigioco. Corsa e convinzione, dà forza e coraggio a Mauri.

Mauri 6,5: La prima da titolare gli vale un gol su rigore. Partito incerto, anche a causa di un ritmo partita ancora da trovare, riesce a lavorare di concerto con i compagni nei momenti catartici della partita.

Kraja 5,5: Anche lui appare un pò sulle gambe, non riuscendo mai a sfruttare gli spazi offensivi.

Felici 6,5: Si muove su tutto l’arco d’attacco e libera spazi importanti per Vaccaro sulla sinistra. Un vero peccato che a fine stagione potrebbe tornare in quel di Lecce.

Ficarrotta 6,5: Ci prova con più convinzione degli altri nel primo tempo.

Ricciardo 4: Una statua, immobile sulle gambe. Il fantasma di quello visto ad inizio campionato.

Langella 7: Se non fosse altro realizza il gol che salva la panchina di Pergolizzi e la classifica del Palermo.

Silipo 7: Entra in un momento difficile della partita ma mostra personalità. L’esterno offensivo classe 2001 fa poi il gol della domenica, ipotecando la vittoria.

Accardi s.v.

Pergolizzi 3: L’allenatore continua ad avere le idee molto confuse. Il Palermo agisce soltanto sul settore sinistro, sfruttando l’atleticità di Vaccaro e Felici. Da un punto di vista tattico, il suo collega Terranova ha impostato molto meglio la partita.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.