Calcio, Serie D: Gela a valanga sull'Acireale, il Bari stende il Troina :ilSicilia.it
Enna

TERZULTIMO TURNO DEL GIRONE I

Calcio, Serie D: Gela a valanga sull’Acireale, il Bari stende il Troina

di
18 Aprile 2019

Oggi è andato in scena il terzultimo turno di campionato della Serie D. Nel Girone I in cui sono presenti le compagini siciliane, il Bari conquista la promozione in Lega Pro battendo il Troina per 0-1. Allo stadio Proto, i baresi ottengono il massimo risultato con il minimo sforzo, grazie ad un rigore di Simeri al 35′.

Per la squadra del presidente De Laurentiis è promozione diretta con due giornate di anticipo, grazie agli undici punti di vantaggio sulla Turris, sconfitta in casa della Palmese. Brutto risultato invece per gli ennesi, i quali escono dalla zona play-off, a causa delle contemporanee vittorie del Castrovillari e del Portici, quest’ultimo vincente sul proprio campo contro il Marsala, il quale però conserva ancora il terzo posto in classifica.

Ottima partita invece del Gela, che vince a valanga per 4-0 sul malcapitato Acireale. Il Gela apre le marcature al 36′ con Ragosta. Nella ripresa chiude i conti prima con Dieme al 55′, poi di nuovo con Ragosta al 68′ ed infine con Sicignano al 91′. Il Gela sale a 43 punti in classifica, portandosi ad un solo punto dall’Acireale.

Il Città di Messina ottiene invece tre punti pesanti in chiave salvezza, vincendo per 2-1 contro il Locri. Il match viene deciso dal gol di Princi al 78′, gol che permette ai peloritani di portarsi a 34 punti e di mettersi in una buona posizione in vista dei play-out.

Pareggio anonimo invece per il Messina, impegnato in trasferta sul campo del Roccella. A due giornate dalla fine, i giallo rossi devono ancora ottenere due punti per essere sicuri della salvezza diretta, in modo da potere affrontare serenamente la finale di Coppa Italia di Serie D.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.