15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31
Catania

GLI ARETUSEI RAGGIUNGONO LA SALVEZZA

Calcio: Siracusa missione compiuta, il Catania stenta ancora

29 Aprile 2019

La giornata di Lega Pro emette verdetti pesanti, soprattutto in chiave salvezza. Il Siracusa raggiunge infatti la salvezza, vincendo per 1-0 contro il Catanzaro, e mandando così il Bisceglie ai play-out. Al di là delle notizie legate al Tribunale Federale che tanto hanno alimentato le cronache degli ultimi giorni, la squadra di mister Raciti raggiunge la tanto agognata salvezza, dopo una sfilza di risultati utili consecutivi conquistati nelle ultime partite.

Il Siracusa trova il gol partita sullo scadere del primo tempo con un gran colpo di testa di Vazquez, il quale si fa trovare bene in area sul cross di Souare, realizzando così il suo ottavo centro stagionale. Nella ripresa il Siracusa soffre, supportato dai suoi tifosi accorsi al De Simone.

Assoluto protagonista della partita si rivelerà il portiere Crispino, autore di una serie di interventi decisivi, fra i quali ricordiamo i due rigori parati durante il secondo tempo. A fine partita il portiere aretuseo dichiarerà: “Due rigori parati in cinque minuti è qualcosa di straordinario, nel primo ho utilizzato l’ intuito, nel secondo ho aspettato sino alla fine. Futuro? Mi godo questa bellissima salvezza, poi vedremo”.

Sul secondo rigore il Siracusa rimane anche in dieci per l’espulsione di Daffara, per fallo da ultimo uomo. Il Siracusa continua a soffrire ma alla fine porta a casa il risultato e, soprattutto, i tre punti salvezza. Soddisfatto a fine gara l’allenatore siracusano Ezio Raciti, il quale ha dichiarato: “Dedico la salvezza ai ragazzi che sono stati encomiabili, un grande girone di ritorno con vittorie pesanti. Oggi è stata una grande vittoria contro una delle squadre più forti del campionato. Il successo e la salvezza sono meritati. Voglio spendere una parola per Fricano, anima della squadra. Partita elettrizzante con due rigori parati, Crispino aveva esordito bene con il Catania, ha chiuso alla grande. Non è tempo di bilanci, godiamoci la salvezza. Condivido questa salvezza con presidente e Ds. Orgoglioso dei complimenti ricevuti da Paolo Lombardo”.

La vittoria del Siracusa regala buone notizie anche al Catania, ancora convalescente dall’andamento delle ultime partite e, in generale, dalla stagione. Gli uomini di Novellino vengono fermati sul 2-2 dalla Cavese, la quale trova il pareggio grazie al rigore trasformato da De Rosa al 92’. Per gli etnei arriva comunque un buon pareggio, che chiude la porta al ritorno del Catanzaro. Bene invece il Trapani, che batte per 2-1 la Paganese grazie al gol di Fedato in pieno recupero. Per i ragazzi di mister Italiano continua l’avvicinamento ai playoff promozione.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.