Calcio, U.S. Città di Palermo: chiesto il concordato preventivo :ilSicilia.it
Palermo

DECISIONE NEI PROSSIMI GIORNI

Calcio, U.S. Città di Palermo: chiesto il concordato preventivo

22 Agosto 2019

Una proposta di concordato preventivo.

Così l’Unione Sportiva Città di Palermo, la precedente società proprietaria del titolo sportivo della squadra di calcio rosanero cancellata dai quadri federali a luglio, prova a evitare il fallimento e le conseguenze ben più gravi dal punto di vista penale della bancarotta fraudolenta.

All’udienza di stamani davanti alla quarta sezione civile del tribunale di Palermo il vecchio club era rappresentato dall’avvocato Antonio Atria che ha proposto il concordato preventivo. Il collegio, presieduto da Gabriella Giammona, si è riservato la decisione e si pronuncerà nel merito nei prossimi giorni.

All’istanza di fallimento del vecchio Palermo, presentata dalla Procura della Repubblica, si sono accodate altre nove istanze presentate da creditori a vario titolo, fra i quali anche i giocatori della vecchia squadra che non hanno incassato le ultime tre mensilità dei rispettivi contratti prima dello svincolo d’ufficio disposto dalla Federcalcio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.