Calcio, una campagna di raccolta fondi per la "salvezza" del Palermo :ilSicilia.it
Palermo

verrà costituito un “Comitato di garanzia”

Calcio, una campagna di raccolta fondi per la “salvezza” del Palermo

22 Febbraio 2019

È quasi pronta la campagna di crowfunding che consentirà a chiunque di poter contribuire alla salvezza del Palermo in vista del rischio di penalizzazione in cui la società incorrerà se non saranno versati gli stipendi entro la prossima scadenza di metà marzo.

In attesa che vengano rese note le modalità di partecipazione all’iniziativa, rivolta a semplici tifosi e imprenditori, certo è che verrà costituito nei prossimi giorni un “Comitato di garanzia” per garantire l’obiettivo unico della campagna: raccogliere più denaro possibile da versare esclusivamente per il pagamento degli stipendi e per evitare la penalizzazione.

Il comitato sarà composto da tifosi illustri che aderiranno spontaneamente all’iniziativa. Tra questi potrebbe esserci Salvo Ficarra che a contatto con Dario Mirri ha risposto di sì ma con riserva: “Solo se il Palermo renderà disponibile tutta la documentazione necessaria ad agevolare l’ingresso della nuova proprietà”.

Già confermato anche Padre Cosimo Scordato, noto a tutti per il suo impegno in tante iniziative di solidarietà in città, ma anche grande tifoso del Palermo. Contrariamente a quanto riportato da alcuni articoli della stampa locale, non c’è al momento nessuna conferma della partecipazione di Pif, che è stato contattato solo nelle ultime ore per un eventuale coinvolgimento, ma non ha ancora espresso alcuna valutazione in merito.

In breve saranno resi noti tutti i dettagli del crowfunding.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.