Calcio, verso Palermo-Messina: i dubbi di Pergolizzi, Zeman ci prova | FOTO :ilSicilia.it
Messina

LA VIGILIA DEL DERBY

Calcio, verso Palermo-Messina: i dubbi di Pergolizzi, Zeman ci prova | FOTO

22 Novembre 2019
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero
Palermo calcio, allenamento al Pasqualino. Foto di Salvo Rosanero

Il Palermo calcio si appresta ad affrontare la difficile sfida di campionato contro l’ACR Messina, valevole per la tredicsima giornata del campionato di Serie D.

SCELTE LIMITATE IN DIFESA PER PERGOLIZZI

Tanti i dubbi che aleggiano nella testa di Rosario Pergolizzi, a partire dal tandem difensivo. L’infortunio di Crivello e la squalifica di Lancini per somma di ammonizioni, costringono il mister rosanero ad un turnover forzato.

Nell’allenamento di ieri al Pasqualino, Manuel Peretti è stato schierato insieme ad Andrea Accardi. Il difensore ex Hellas Verona potrebbe essere l’uomo giusto per la gara contro i giallorossi. In alternativa, potrebbe essere schierato uno fra Marong o Bechini.

Pergolizzi ritiene la difesa a quattro quasi irrinunciabile, ma potrebbe anche pensare ad uno schieramento a tre con Vaccaro e Doda ai lati dello stesso Accardi.

A centrocampo si dovrebbe rivedere fra i titolari Kraja, che prenderebbe il posto di uno spento Langella. In avanti dubbio Felici – Lucera, con quest’ultimo apparso in grande fondo negli ultimi allenamenti al Pasqualino.

Assenti per infortunio Sforzini, Corsino e Crivello, mentre sono fuori per squalifica Lancini e Ficarrotta.

Sfida fondamentale per il mister rosanero. Un punto in due partite e zero gol all’attivo spingono il Palermo a dovere necessariamente vincere per non riaprire un campionato che, fino a qualche settimane fa, sembrava già chiuso.

LE NOTIZIE DA MESSINA, L’INTERVISTA A KAREL ZEMAN

Sul fronte giallorosso, all’ombra dello stretto è ritornato un po’ di entusiasmo dopo le ultime settimane tribolate. L’ACR Messina viene da due vittorie consecutive contro Corigliano e Biancavilla, il che ha permesso alla formazione peloritana di riagganciare il treno, racchiuso in tre punti, che insegue a distanza il Palermo.

Il merito di questa rinascita messinese va a Karel Zeman, figlio del celeberrimo Zdeněk Zeman. Un allenatore che ha saputo dare gioco e serenità ad un ambiente scosso da un’inizio di stagione al di sotto delle aspettative del presidente Sciotto. Lo abbiamo sentito ai nostri microfoni in vista della sfida di domenica.

Mister grazie del suo tempo. Parliamo della sua squadra, qual’è il momento del Messina?

E’ un momento positivo che però segue ad uno negativo. C’è da bilanciare il tutto. Non bastano due risultati per raddrizzare la stagione, ma dobbiamo invece pensare a fare bene. Il rapporto con i nostri tifosi è positivo adesso, non hanno mai fatto mancare il loro incitamento.

Adesso affrontate il Palermo capolista. La squadra rosanero vive forse il momento peggiore della stagione e voi siete insieme al gruppo delle inseguitrici. Che partita sarà?

Il Palermo è un discorso a parte in questo campionato. Proprio per questo diventa una partita speciale per tutte le squadre che lo affrontano, in cui tutti vogliono dimostrare di non essere inferiori. Sulla carta partiamo sfavoriti, ma il campo parlerà e darà il suo verdetto.

Mister mi dica una cosa: ma c’è un po’ di “Zemanlandia” in questo Messina?

Eh eh, dai miei ragazzi mi aspetto maggiormente rigore tattico. Nelle ultime partite però si sono visti progressi sotto il profilo del gioco. Abbiamo iniziato a fare qualche bella azione corale e stiamo ottenendo progressi da questo punto di vista. Proprio per questo contro il Palermo mi aspetto una bella partita.

 

 

LEGGI ANCHE:

Calcio, Palermo: Pergolizzi sotto esame, chiusura delle trasferte in vista?

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.