Caltanissetta, ubriaco sferra calci e pugni ai poliziotti: denunciato :ilSicilia.it
Caltanissetta

intervenuti per una lite in famiglia

Caltanissetta, ubriaco sferra calci e pugni ai poliziotti: denunciato

di
19 Gennaio 2021

Dopo aver inveito contro i componenti del suo nucleo familiare, aggredisce, con calci e pugni, gli agenti intervenuti per sedare la lite in famiglia.

I poliziotti della sezione volanti hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica, un quarantenne nisseno, gravato da precedenti giudiziari, per resistenza a pubblico ufficiale.

Nel pomeriggio di domenica l’equipaggio di una volante, nel corso dei servizi di controllo del territorio, a seguito di richiesta pervenuta alla sala operativa della questura, è intervenuto presso un’abitazione della periferia del Capoluogo, poiché era stata segnalata una lite in famiglia. Gli agenti, appena giunti presso l’abitazione interessata, hanno trovato l’uomo che stava aggredendo un componente del suo nucleo familiare. L’aggressione è stata evitata grazie all’intervento dei poliziotti che si sono frapposti tra la vittima e l’aggressore.

Quest’ultimo, completamente ubriaco, ha aggredito gli agenti con calci e pugni ma, dopo una breve colluttazione, è stato bloccato e ricondotto alla calma. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza del 118 per medicare l’aggressore che presentava ferite alle mani. Condotto in questura l’uomo è stato compiutamente identificato e, dopo le formalità di rito, denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per resistenza a pubblico ufficiale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin