Campo nomadi a Palermo, Gelarda: "Una barbarie imposta dal sindaco Orlando ai cittadini palermitani" :ilSicilia.it
Palermo

Oggi lo sgombero

Campo nomadi a Palermo, Gelarda: “Una barbarie imposta dal sindaco Orlando ai cittadini palermitani”

5 Aprile 2019

Il campo nomadi della Favorita è stata una barbarie imposta dal sindaco Orlando ai cittadini palermitani, ma anche agli stessi nomadi, specialmente i bambini, costretti a vivere in baracche fra topi e immondizia, tra cui amianto”, afferma Igor Gelarda, capogruppo della Lega in Consiglio comunale e responsabile regionale enti locali del partito, in riferimento allo sgombero ultimato oggi del campo nomadi di Palermo, nella zona del parco della Favorita.

Un luogo indegno per una città che vuole definirsi civile. C’è voluta la Procura della Repubblica per smantellare questa vergogna, un’area occupata abusivamente nel 1990, accampamento che il sindaco Orlando non è mai riuscito a chiudere. O non ha mai voluto farlo. Ho avuto rassicurazioni che domani (sabato) la Rap pulirà tutta l’area dai detriti. Attendiamo di conoscere dal primo cittadino il programma per restituire l’intera zona alla fruizione dei palermitani” conclude Gelarda.

LEGGI ANCHE:

Dismissione del campo nomadi, i Rom trasferiti in hotel. Orlando: “Si sono dimostrati palermitani” | VIDEO

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.