Camporotondo Etneo, litigano per il cane e lui lo accoltella: arrestato :ilSicilia.it
Catania

IL FATTO

Camporotondo Etneo, litigano per il cane e lui lo accoltella: arrestato

di
21 Settembre 2021

I Carabinieri della Stazione di Camporotondo Etneo, nella flagranza, hanno arrestato un 49enne del posto perché responsabile di tentato omicidio.

Intorno alle nove del mattino la pattuglia era impegnata in un servizio di perlustrazione del territorio quando un cittadino, con voce concitata, ha avvertito l’operatore della centrale operativa informandolo che in via Etna stava per consumarsi una tragedia perché un uomo, armato di due grossi coltelli, stava colpendo un suo vicino di casa.

L’equipaggio si è precipitato sul posto trovando effettivamente un 26enne, seduto sul ciglio della strada e grondante sangue dal viso e dall’addome, che ha loro riferito di essere stato aggredito da un vicino di casa che, immediatamente, è stato bloccato poiché si trovava ancora in strada in quel momento.

L’aggressore, dopo la sua ammissione di responsabilità, li ha condotti nella sua abitazione indicando sotto il lavello della cucina il luogo dove aveva nascosto i due coltelli da cucina, aventi una lunghezza di 30 centimetri, che poco prima aveva utilizzato nella lite.

Alla vittima, trasportata presso il pronto soccorso del Policlinico di Catania, i medici hanno diagnosticato “ferita lacero contusa in regione frontale, ferita a lembo della piramide nasale, altre piccole ferite superficiali sparse” con una prognosi di 15 giorni.

La vittima, in particolare, si trovava nel cortile condominiale insieme ad un vicino di casa al quale stava raccontando dei suoi dissidi con una coppia di inquilini, originati soprattutto dai fastidi provocatigli dal cane che questi ultimi tenevano all’interno del loro appartamento.

Proprio in quel mentre, però, era scoppiata una lite verbale tra la vittima e la moglie dell’aggressore la quale dal balcone di casa ha inveito contro il giovane.

A dar man forte alla donna era poi giunto il marito che, andando molto oltre ed armatosi dei due coltelli, li ha successivamente raggiunti scagliandosi contro il 26enne che è riuscito a salvarsi grazie al provvidenziale intervento dell’altro inquilino presente che, coraggiosamente, è riuscito a bloccarlo prima che potesse infliggergli ancora più gravi ferite.

L’arrestato è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin