Il Canazzo o Canazzu, una colorata ricetta della nostra tradizione | LA RICETTA :ilSicilia.it

Tu chiamale se vuoi... Evasioni

Il Canazzo o Canazzu, una colorata ricetta della nostra tradizione | LA RICETTA

di
8 Maggio 2020

Quando iniziamo i nostri articoli con “Tu chiamale se vuoi… Evasioni” scatta subito l’immagine di una cucina invasa di profumi e colori, allegramente confusa, termine che si lega alla nostra ricetta che è quella del Canazzo o “Canazzu”, che si riferisce al modo di cucinare gli ortaggi alla sanfasò, che tradotto in italiano significa alla rinfusa. Si narra che questa pietanza veniva preparata dalle donne che, per le giornate trascorse in campagna dai loro uomini, padri, mariti, figli, con vera genialità culinaria, in un tempo in cui non c’era l’invasione di programmi di e sulla cucina, per renderla più nutriente, tagliavano una pagnotta in due, togliendo la mollica in eccedenza, e la riempivano col “Canazzu”, per poi richiuderla. Un pranzo, insomma, con sorpresa. Paragonata alla caponata, ha in realtà con quest’altra bontà sicula una differenza sostanziale che sta nel fatto che, oltre alle melanzane, vengono aggiunti altri ortaggi di stagione. Nella sua versione stufata, fa pensare più a una ratatouille; ma, adesso, è l’ora di mettersi ai fornelli.

INGREDIENTI PER 8 PERSONE:

  • 5 patate
  • 5 peperoni
  • 5 melanzane
  • 2 cipolle
  • 4 pomodori maturi
  • basilico a vostro piacimento
  • olio Evo
  • sale q.b
  • pepe q.b.

PROCEDIMENTO:

1.Affettate le cipolle e mettetele a soffriggere nell’olio a fiamma bassa.

2.Unite le patate a tocchetti, i pomodori tagliati a metà e aggiungete dell’acqua calda.

3.Tagliamo i peperoni e le melanzane, dopo averli puliti, e aggiungiamoli.

4.A questo punto, salate e aggiungete altra acqua.

5. Se amate l’agrodolce, aggiungete mezzo bicchiere di aceto e un cucchiaino di zucchero.

6.Servite il Canazzo tiepido.

Chiudiamo con Charles Monselet, considerato “il re dei gastronomi” nella Francia del XIX secolo, e il suo: “La cucina fa tremare di intelligenza le nostre narici”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.