Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l'elezione :ilSicilia.it

La punzecchiatura di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

di
23 Novembre 2020

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars. Qualche giorno fa, un diavolo della provincia di Siracusa mi ha chiesto se conoscessi due deputati grillini eletti nella città di Aretusa. Ho dovuto ammettere che non sapevo chi fossero. Un’ammissione che mi è costata parecchio, perché solitamente nulla sfugge al mio controllo.

Domenica sera, guardando la tv, ho scoperto che non solo il solo ad essere confuso. Neanche il vice ministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, scherza. Quando gli è stato chiesto conto e ragione sul suo proposito di candidarsi per la terza volta alla presidenza della Regione, Cancelleri ha balbettato qualcosa che non ho compreso bene e che comunque questa sua presunta terza candidatura, sarebbe stata gonfiata, come sempre accade, dai giornali e dai giornalisti. Però, vi fidereste voi di ciò che dice un politico? Qualcuno potrebbe obiettare che Cancelleri non è un politico qualsiasi, lui, è nato e cresciuto, politicamente, nel M5s dove è obbligatorio dire sempre la verità. Voi ci credereste mai? Io no, neanche a legnate.

La lista civica per superare lo sbarramento dei due mandati parlamentari, non penso sia stata un’invenzione, anche se Cancelleri spera in qualche modo che quel che adesso sembra un ostacolo insormontabile, fra due anni non lo sia più. Eppoi? La terza candidatura alla presidenza della Regione, non significa che l’elezione sia scontata. Considerata l’emorragia di voti che i sondaggi settimanalmente fanno registrare, non è detto che il M5s sia nelle condizioni di imporre il proprio candidato a Pd e Leu. Il Partito democratico, come è noto, sta facendo pressing sul ministro per il Sud e la Coesione sociale, Giuseppe Provenzano, che al momento risponde di non essere interessato. Anche perché dichiararsi disponibile fin da adesso, significherebbe esporsi inutilmente. Provenzano sa che alla poltrona di presidente della Regione siciliana ambisce pure Claudio Fava, che non ritiene alla sua stregua. Ma il mese di novembre del 2022 è ancora molto lontano e bisognerà vedere se Italia Viva, il partito di Renzi, si lascerà coinvolgere in queste scelte.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin