Cancelleri: "Taglieremo i privilegi della politica e con i soldi faremo borse di studio per i giovani" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Ieri sera il comizio a Marzamemi

Cancelleri: “Taglieremo i privilegi della politica e con i soldi faremo borse di studio per i giovani”

7 Agosto 2017

Prosegue il tour elettorale del Movimento 5 stelle, che chiuderà i battenti nel Palermitano il 28 agosto, dopo aver attraversato mezza Sicilia. Il lunghissimo giro estivo, a bordo di due pulmini cento per cento elettrici, porterà per tutto il mese il candidato governatore M5S, Giancarlo Cancelleri, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e il deputato a Montecitorio Alessandro Di Battista, nelle spiagge e nelle piazze isolane in occasione delle feste di paese.

Ieri il comizio a Marzamemi in piazza Giardinella. “Ci credo sempre di più – ha detto Cancelleri -. Cambieremo quest’Isola e inchioderemo i responsabili di questo sfacelo alle loro responsabiltà, al lavoro negato, alle strade non fatte, alla sanità disastrosa”.

“In questi tre mesi – ha sottolineato Cancelleri – parleremo con più persone possibili per raccontare la nostra idea di Paese. Che, visto che coincide col bene comune, non può che essere uguale alla loro”.”Sembrerò ripetitivo, ma per me il taglio dei privilegi alla politica siciliana è un punto fondamentale. Perché è immorale guadagnare così tanto mentre ci sono migliaia di giovani costretti ad emigrare. Allora questa sera vi prometto una cosa, col dimezzamento dei vitalizi faremo borse di studio per i giovani e finanzieremo le giovani madri per permettere loro di crescere i loro figli senza dover rinunciare alla loro carriera e alle loro ambizioni personali”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona