Candiani (Lega): "Dare lavoro per togliere consenso alla mafia" :ilSicilia.it
Palermo

Al 36° anniversario dell'agguato di via Carini

Candiani (Lega): “Dare lavoro per togliere consenso alla mafia”

di
3 Settembre 2018

“Ricordiamoci che trattare di mafia non è una questione siciliana ma deve interessare tutto il Paese e purtroppo anche oltre, perché come Dalla Chiesa ci ha insegnato le ramificazioni della mafia sono ben estese anche altrove”. Lo ha detto il sottosegretario all’Interno Stefano Candiani presente alla commemorazione per il 36° anniversario dell’agguato di via Carini in cui morì il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

“Bisogna colpire gli interessi” dei mafiosi, “colpire la mafia dove ha gli interessi più forti e continuare a farlo in maniera determinata”, ha aggiunto Candiani.

Sugli interventi previsti dal governo per risollevare le sorti del Sud spiega: “Bisogna rendere le persone libere con il lavoro, con l’indipendenza economica, fare in modo che la mafia non si sostituisca allo Stato – ha aggiunto Candiani -. Questo legame va rotto: una contiguità che purtroppo rende ancora possibile fenomeni che invece vogliamo reprimere in maniera totale, e penso soprattutto al commercio e al pizzo e al racket delle estorsioni”. 

Sulla revoca della scorta al colonnello dei carabinieri Sergio De Caprio, meglio conosciuto come capitano Ultimo precisa“Sono circostanze che vanno valutate a livello centrale e a livello locale, lo Stato non abbandona nessuno”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin