Cannata: "Consegnate 5 ambulanze medicalizzate nel Siracusano" :ilSicilia.it

a Siracusa 1, Ortigia, Palazzolo Acreide, Rosolini e Sortino

Cannata: “Consegnate 5 ambulanze medicalizzate nel Siracusano”

di
17 Aprile 2021

Da oggi cinque nuove medicalizzate, in sostituzione delle vecchie ambulanze, nelle postazioni siracusane del 118, per la precisione: Siracusa 1, Ortigia, Palazzolo Acreide, Rosolini e Sortino”.

Lo annuncia Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, che sottolinea come “il rinnovamento del parco mezzi del 118 non si fermi con le consegne di oggi. Man mano che nuove ambulanze arriveranno alla Regione siciliana, saranno infatti dislocate nelle diverse postazioni in sostituzione di quelle più vetuste, sulla scorta del chilometraggio raggiunto e delle criticità presentate. Delle quindici arrivate e distribuite nel territorio regionale, cinque, appunto, da oggi sono operative nel territorio siracusano. In arrivo a breve le successive commesse che consentiranno di sostituire la totalità delle ambulanze anche non medicalizzate. La consegna di oggi consentirà, frattempo, anche il cambio e l’attivazione, sempre in data odierna, dei mezzi nelle postazioni di Cassibile-Fontane Bianche, Francofonte e delle zone montane“.

Si tratta di un importante risultato – commenta la parlamentare – che ancora una volta dimostra la virtuosa azione dell’assessorato della Salute con la Seus nell’organizzazione del servizio Urgenza-Emergenza per rendere servizi fondamentali ai cittadini in un momento di critico come quello che stiamo vivendo, dovuto alla diffusione del Covid-19“.

L’on. Rossana Cannata conclude: “La collocazione efficiente, su tutto il territorio provinciale, di ambulanze medicalizzate, e non solo, all’avanguardia era e resta una priorità. Continuerò a monitorare la consegna dei nuovi mezzi, mantenendo alta l’attenzione, come ho già fatto in passato per l’attivazione H24 delle ambulanze medicalizzate in Ortigia e nella zona montana, a Buscemi e a Buccheri”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.