Cannata: "Fari puntati sulla sicurezza della viabilità nella zona Sud della provincia di Siracusa" :ilSicilia.it
Siracusa

la dichiarazione del deputato

Cannata: “Fari puntati sulla sicurezza della viabilità nella zona Sud della provincia di Siracusa”

di
5 Giugno 2020

I fari della Regione puntati sulla viabilità della zona Sud siracusana. Con l’obiettivo di riaprire al transito o rendere più agevole la viabilità in diverse arterie di questa porzione di territorio. Lo rende noto Rossana Cannata, deputato regionale di Fratelli d’Italia, sin dal suo insediamento al lavoro per ripristinare un comparto stradale provinciale che non esitava a definire “in stato di abbandono”.

Un’attività, quella dell’onorevole Rossana Cannata, portata avanti in sinergia con l’assessorato regionale delle Infrastrutture, che non ha tardato a dare i suoi frutti.

Procede – spiega la componente della commissione regionale Attività produttive – l’iter per la definizione della progettualità relativa alla Sp 26 Pachino-Rosolini, dove purtroppo si sono verificati tanti incidenti anche mortali. Terminati il rilievo topografico e lo studio idraulico, si stanno adesso effettuando delle migliorie progettuali, in particolar modo sotto il profilo idrogeologico e che riguardano la regimentazione delle acque meteoriche. Quindi si potrà consentire l’affidamento dei lavori. E considerato che gli interventi sulla Sp 26 sono stati inseriti in accordo quadro, si ridurranno notevolmente i tempi di aggiudicazione rispetto alla procedura ordinaria di gara secondo il codice degli appalti”.

Buone notizie anche sul fronte della SP 64 Noto – Fiumara – Noto Antica – Testa dell’Acqua. “Un’arteria interdetta al transito dei mezzi pesanti dopo una delle ultime ondate di maltempo – rileva la vicepresidente della commissione regionale Antimafia – eppure estremamente importante non solo per i residenti ma anche per i lavoratori che si recano in questa zona dove si trovano diverse aziende agricole. Proprio per questo, subito dopo il nubifragio mi ero attivata effettuando un sopralluogo con l’Ufficio Viabilità del Libero Consorzio comunale e l’assessorato regionale delle Infrastrutture, in modo da poter verificare lo stato dei luoghi e incidere sugli interventi da ottenere con somma urgenza. Così, definita la progettualità per il ripristino della viabilità, la giunta regionale, ieri sera, su proposta dell’assessore regionale delle Infrastrutture, Marco Falcone, ha deliberato un finanziamento di 100 mila euro per il ripristino della strada fortemente danneggiata dal maltempo“.

Il deputato regionale aggiunge: “Sono inoltre prossimi, all’aggiudicazione di gara, i lavori di pulizia e ripristino degli alvei dei fiumi Asinaro e Anapo e della Saia Randeci, in modo da non provocare ulteriori danni nelle strade circostanti con il sopraggiungere della stagione delle piogge. Si procede, quindi, all’avvio di interventi attesi da tempo e indispensabili per una viabilità sicura e priva di disagi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.