Cantante uccisa a Palermo, trovati sui social post insoliti del marito :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

ALTRE PROVE DELLA PERICOLOSITÀ DELL'UOMO

Cantante uccisa a Palermo, trovati sui social post insoliti del marito

di
10 Febbraio 2021

Dopo avere ucciso la moglie Piera Napoli, Salvatore Baglione, in carcere per il delitto, avrebbe pubblicato alcuni post su Facebook presi dalla pagina “Dna criminale“.

Il rispetto, gran bella parola peccato, non tutti ne conoscono il significato“, si legge in uno. Ed ancora: “Non mostrare il tuo mare a chi non sa nuotare, non permettere a nessuno di rovinare la tua pace soltanto perché non trova la sua“.

Piera Napoli è stata assassinata a coltellate domenica scorsa mentre era in bagno. Ai carabinieri, ai quali il marito ha confessato il delitto, si è presentato con una felpa pulita ma con la maglietta e jeans sporchi di sangue. Aveva con sé un grosso trolley.

Anche il giudice, come già il procuratore aggiunto Laura Vaccaro e il pm Federica Paiola, ritiene che si sia trattato di un omicidio premeditato. Ad una vicina di casa la vittima aveva detto di avere paura che il marito potesse fare “qualcosa di pericoloso”. Era “ossessionato”, “la seguiva”.

Per rimarcare la pericolosità e la violenza dell’uomo, nell’ordinanza con cui gli si applica la custodia cautelare in carcere, il magistrato ricorda quanto ha riferito la sorella agli inquirenti. Un mese prima Baglione si era ferito con un coltello alla pancia per rabbia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin