Cantarella (Lega) sul caro voli: "Stato e Regione si mettano d'accordo" :ilSicilia.it

Cantarella (Lega) sul caro voli: “Stato e Regione si mettano d’accordo”

di
13 Novembre 2019

”Sul caro voli si sta andando avanti in maniera confusa, il rischio e’ che nessuna delle iniziative in campo raggiunga lo scopo di abbassare realmente il prezzo dei voli da e per la Sicilia. La politica siciliana deve fare uno sforzo di maggiore sintesi senza guardare alla propaganda e al consenso elettorale”. Lo afferma Fabio Cantarella, responsabile enti locali della Lega in Sicilia.

Dopo la gara delle denunce sui costi stratosferici – spiega  Cantarellaadesso molti autorevoli rappresentanti istituzionali dell’isola si stanno cimentando a lanciare diverse soluzioni. Il governo regionale ha dichiarato di voler presentare la richiesta di continuità territoriale mentre il viceministro Giancarlo Cancelleri preferisce puntare sul cosiddetto ‘modello Madeira’ che vorrebbe inserire grazie ad un emendamento nella prossima manovra finanziaria nazionale. Si tratta di percorsi molto diversi: il primo molto lungo e il secondo tutto da verificare in termini di coperture finanziarie e di convergenza politica nelle aule parlamentari”.

“Il rischio concreto di questa pluralità di iniziative – aggiunge – e’ quello di produrre interventi inefficaci o a breve termine o ancora peggio di non raggiungere l’obiettivo prefisso. Mi aspetto che il ministro Provenzano, il viceministro Cancelleri e il presidente Musumeci si facciano promotori di una strategia e di una iniziativa condivisa che punti non solo a diminuire i prezzi dei biglietti aerei ma ad affrontare i temi posti dalla condizione d’insularita’.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.