Cantieri bloccati in Sicilia, Toninelli: "Entro un mese il Commissario viabilità" :ilSicilia.it
Palermo

"Si procede spediti", sostiene il ministro

Cantieri bloccati in Sicilia, Toninelli: “Entro un mese il Commissario viabilità”

di
20 Giugno 2019

“Nuovo e collaborativo incontro tra il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e l’assessore ai Trasporti della Regione Siciliana, Marco Falcone, in vista della designazione del commissario unico per la riqualificazione della viabilità siciliana, nomina da perfezionare, secondo il decreto Sblocca cantieri, entro 30 giorni dall’entrata in vigore del testo di legge”. Lo afferma il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, sottolineando che “si procede spediti sul percorso che porta all’intesa circa il nome”.

“A giorni sarà insediato il tavolo con il Mit, Presidenza del Consiglio, Mef e Regione stessa per la ricognizione precisa dei fondi a disposizione e la scrittura del Dpcm che condurrà alla scelta della figura commissariale cui toccherà sovrintendere alla programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione degli interventi di manutenzione straordinaria su strade provinciali, intercomunali e locali dell’isola”, conclude la nota.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.