17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.40
Agrigento

Sulla Agrigento-Caltanissetta e Bolognetta-Lercara

Cantieri infiniti, ultimatum della Regione al Mise: “Cacci la Cmc dalla Sicilia”

5 Dicembre 2018

“Quello che avevamo preannunciato più di un mese fa si è puntualmente verificato, la società Cmc, già in grande sofferenza, ha chiesto di accedere al concordato preventivo”. L’assessore regionale delle Infrastrutture, Marco Falcone, dopo le notizie che interessano la grande azienda di costruzioni di Ravenna, impegnata in tre grossi appalti in Sicilia: la SS640 Agrigento-Caltanissetta, la SS121 Palermo-Agrigento (tratto Bolognetta-Lercara Friddi) e la Metropolitana di Catania svolti da Cmc per conto della Ferrovia Circumetnea.

Lo scorso 30 ottobre l’assessorato aveva disposto un’ispezione a sorpresa nei cantieri della SS 640, riscontrando cantieri deserti e “un’ingiustificata battuta d’arresto nei lavori”.

marco falconeEcco cosa scriveva Falcone il 30 ottobre su Facebook: «La società CMC deve essere mandata via dalla Sicilia. Fuori chi vuole bloccare tutto. Ieri (29 ottobre, ndr) a sorpresa abbiamo inviato degli ispettori al cantiere della Agrigento-Caltanissetta. Risultato? A lavoro non c’era nessuno e nessun progresso nell’opera è stato compiuto rispetto a tre mesi fa! L’Anas, gestore della strada, ha un contratto con CMC. Abbiamo chiesto di farlo rispettare. Oggi l’Anas deve stare al fianco della Regione e mandare via un’impresa che sta offendendo la dignità del popolo siciliano. In Italia per opere pubbliche da 100 mln e più ci vogliono in media 10 anni. Non possiamo più sopportarlo!».

TBM Barbara, SS640 [Foto CMC]
TBM Barbara, SS640 [Foto CMC]
Oggi le preoccupazioni dell’assessore non si placano e alza il tiro: “La nostra preoccupazione sull’andamento dei due grossi cantieri siciliani della Cmc, la strada degli scrittori Caltanissetta/Agrigento e la Agrigento/Palermo-Bolognetta, erano fondate e tali lavori vanno adesso maggiormente monitorati, così come occorre un’azione di tutoraggio sui lavori della Metropolitana di Catania svolti da Cmc per conto della Ferrovia Circumetnea”.

“Abbiamo chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di convocare un tavolo tecnico – ha concluso l’assessore Falcone – perché il Governo Musumeci vuole rapidamente capire se ci sono ancora le condizioni affinché Cmc rimanga in Sicilia per completare le opere, o se invece non sia arrivata l’ora, per la società, di passare la mano”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Agrigento-Caltanissetta, vertice in assessorato per salvare il cantiere

Blitz sulla Agrigento-Caltanissetta: cantieri deserti. L’Ance: “Musumeci intervenga”

Lavori infiniti sulla Pa-Ag, ispezione della Regione: “Staremo col fiato sul collo”

Lavori infiniti sulla Palermo-Agrigento, ultimatum della Regione

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.