Caos cantieri a Palermo: Procura apre inchiesta per i ritardi infiniti :ilSicilia.it
Palermo

E il M5S chiede audizione all'Ars

Caos cantieri a Palermo: Procura apre inchiesta per i ritardi

di
9 Maggio 2018

No a nuove incompiute, il passante ferroviario di Palermo va completato, non si può lasciare un’importante opera pubblica come questa a metà e una città sventrata”. Lo dicono i deputati regionali del M5S Giampiero Trizzino e Roberta Schillaci, che hanno chiesto la convocazione di un’audizione in Commissione Ambiente dell’Ars sul rischio concreto che la mancata realizzazione del passante ferroviario, ossia il collegamento tra la città di Palermo e lo scalo aeroportuale di Punta Raisi, possa trasformarsi “nell’ennesima incompiuta Made in Italy”.

All’incontro, che, per il M5S va calendarizzato a stretto giro, sono stati convocati il prefetto di Palermo Antonella De Miro, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, i rappresentanti dell’ateneo palermitano, Rete ferrovie italiane e Sis, la società che si occupa della realizzazione dei lavori.

mappa-passante-e-anello-fs_verticaleIntanto la Procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta, al momento a carico di ignoti, sul caos cantieri a Palermo. I ritardi coinvolgono un po’ tutte le grandi opere: non solo il passante (la Sis chiede il recesso del contratto), ma anche l’Anello Ferroviario (Tecnis), il collettore fognario “Sistema Cala” (Tecnis-Sikelia). È stato perfino convocato l’assessore comunale alle Infrastrutture Emilio Arcuri, che avrebbe riferito ai magistrati dei pesanti disagi subiti dal Comune.

Al momento non ci sono indagati, ma iniziano a tremare sia le ditte, sia le ferrovie. Il Passante e l’Anello infatti sono opere di Rfi, mentre il Comune è il soggetto beneficiario. Motivo per cui il sindaco Orlando ha più volte detto di avere “le mani legate”. Fino a ieri, durante la presentazione delle nuove linee di tram, ha attaccato RFI, dicendo: “Hanno voluto fare Passante e Anello? Che le portino a compimento. Noi volevamo il tram e lo abbiamo finito nei tempi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin