Capaci. Il messaggio a Mattarella scritto su un lenzuolo appeso vicino al luogo della Strage :ilSicilia.it
Palermo

La scritta contro Berlusconi

Capaci. Il messaggio a Mattarella su un lenzuolo appeso vicino al luogo della Strage

di
6 Aprile 2018

Un messaggio al Capo dello Stato, Sergio Mattarella, affidato ad una scritta rossa su un lenzuolo bianco, appeso vicino alla stele in ricordo della Strage di Capaci. Sono il gruppo Scorta civica Palermo presidio che si sono scagliati contro la presenza al Quirinale di Silvio Berlusconi.

L’ex premier, infatti, si è recato ieri al Colle per le consultazioni ma il comitato spontaneo che, tra le altre cose, sostiene il giudice della trattativa Stato-Mafia, Nino Di Matteo, ritiene non sia giusta la presenza di “Chi ha finanziato la mafia“.

Il gruppo ha pubblicato la foto sulla propria pagina Facebook e in risposta ad un utente che l’ha chiesto si è assunto la paternità del gesto.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.