Capitale Italiana della Cultura 2021: cinque siciliane in gara, ecco di chi si tratta :ilSicilia.it

VERDETTO ENTRO IL 10 GIUGNO

Capitale Italiana della Cultura 2021: cinque siciliane in gara, ecco di chi si tratta

di
4 Gennaio 2020

Cinque siciliane in gara per il titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2021“. La competizione, che ha visto trionfare Palermo nell’edizione 2018, vede coinvolte cinque siciliane. Si tratta di Catania, Modica, Palma di Montechiaro, Scicli e Trapani.

SONO 44 LE CONCORRENTI IN GARA

Sono quarantaquattro invece le città complessivamente in gara. Il premio, istituito dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il Turismo Dario Franceschini, prevede che la città vincitrice rimanga in carica per un anno ed ottenga un milione di euro per la realizzazione del programma presentato.

Nel frattempo, le città interessate dovranno presentare il dossier di candidatura entro il 2 marzo. I file saranno analizzati da una commissione composta da 7 esperti, che avranno il compito di sfoltire l’elenco delle papabili entro il 30 aprile, riducendolo a 10 concorrenti. Fra queste, verrà operata la scelta del profilo vincente entro il 10 giugno, da ufficializzare attraverso la delibera del Consiglio dei Ministri.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro