Capo d'Orlando: a villa Piccolo la prima edizione del premio Lighea :ilSicilia.it
Messina

Sabato 9 novembre

Capo d’Orlando: a villa Piccolo la prima edizione del premio Lighea

4 Novembre 2019

Sabato 9 novembre, alle ore 16, a Villa Piccolo (Strada Statale 113, km. 109 Capo d’Orlando) saranno presentati i libri di esordio di tre giovani poeti siciliani: Andrea Accardi, Noemi De Lisi e Gianluca Furnari.

L’appuntamento è inserito nella prima edizione del Premio Lighea, ideato da Maria Grazia Insinga, e organizzato dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.

Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Fondazione Andrea Pruiti Ciarello, Maria Grazia Insinga dialogherà con gli autori. L’ingresso è gratuito.

Questa prima edizione del Premio Lighea, organizzata con l’obiettivo di promuovere la poesia contemporanea e il fare poetico, dopo quasi due mesi di laboratori di scrittura in versi frequentati da oltre un centinaio di studenti, dopo i laboratori di carnet de voyage tenuti da Stefano Faravelli e la presentazione dell’opera omnia di Bartolo Cattafi con il suo curatore, il poeta toscano Diego Bertelli, continua con questo appuntamento imperdibile.

La Fondazione favorirà la partecipazione degli studenti delle scuole di Capo d’Orlando gratuitamente. Essi potranno fruire dell’autobus della ditta Emanuele che si troverà di fronte all’entrata del Liceo “Lucio Piccolo” alle ore 15.30 (partenza ore 15.45/ritorno da Villa Piccolo ore 18.00).

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.