Cara Mineo, Ragusa respinge le accuse di corruzione elettorale :ilSicilia.it
Catania

Si scaglia contro Odevaine: "Nessuno è stato costretto a tesserarsi per Ncd"

Cara Mineo, Ragusa respinge le accuse di corruzione elettorale

di
10 Gennaio 2017

L’ex presidente del Consorzio Sol.Calatino Paolo Ragusa commenta le dichiarazioni rese ai Pm da Luca Odevaine nell’inchiesta in cui è indagato dalla Procura di Catania. “Non è stato l’onorevole Giuseppe Castiglione a presentarmi Luca Odevaine che ho invece incontrato al Cara di Mineo, per la prima volta, alcuni mesi dopo la prima gara dell’Agosto 2011 – precisa Ragusa che gestiva il Cara di Mineo – Non potevo essere l’uomo di fiducia dell’on. Castiglione, almeno all’inizio della gestione, dato che fino alle elezioni politiche del 2013, al senato, ho sostenuto la lista del Megafono, la cui candidatura di certo non era sponsorizzata dall’attuale sottosegretario“.

Ragusa smentisce di avere mai concordato o partecipato alla scelta di criteri di gara. “Con nessuno e tanto meno con il dott. Luca Odevaine, che ho fisicamente conosciuto solo qualche tempo dopo l’espletamento della prima gara“. Precisa, inoltre, come abbia successivamente deciso di aderire al Nuovo Centro Destraper apprezzamento verso Castiglione facendo proselitismo tra le persone che erano più vicine a me e che liberamente, come da una di esse dichiarato ai Pm, decidevano di aderire o meno“. Ragusa respinge le accuse di corruzione elettorale sostenendo come non fosse vero che il personale del Cara venisse selezionato sulla base dell’appartenenza o meno ad Ncd; stando alle sue testimonianze le accuse sul voto di scambio provengono da oppositori politici, con l’eccezione di un solo dipendente, non del Cara, al quale non è stato rinnovato il contratto. “Tra i circa 400 dipendenti c’erano simpatizzanti di tutti i partiti politici – conclude Ragusa – compresi ad esempio quelli che alle elezioni amministrative a Mineo hanno apertamente sostenuto il candidato sindaco avverso alla Aloisi di Ncd“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin