Carcasse d'auto e rifiuti speciali nel complesso monumentale, sequestrata l'ex agrumaria di Palermo | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

grave pericolo all’incolumità pubblica

Carcasse d’auto e rifiuti speciali nel complesso monumentale, sequestrata l’ex agrumaria di Palermo | FOTO

11 Dicembre 2018

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Il Nucleo tutela patrimonio artistico della Polizia Municipale di Palermo ha sequestrato il complesso monumentale di via Messina Marine, un tempo sede di un’antica fabbrica di estrazione di succhi naturali da agrumi.

I controlli sono stati disposti  dal comandante Gabriele Marchese a tutela della sicurezza pubblica e dell’edificio sottoposto a vincolo della Soprintendenza per i beni culturali. Gli agenti, durante il sopralluogo eseguito nell’immobile di proprietà del demanio marittimo, hanno verificato il grave stato di abbandono del complesso, che a causa delle diverse lesioni strutturali costituisce un grave pericolo all’incolumità pubblica.

All’interno sono stati rinvenuti rifiuti speciali e diverse carcasse d’auto e nella parte posteriore cumuli di immondizia di ogni genere. All’esterno, gli antichi splendori sono stati rimpiazzati da una fitta vegetazione, sterpaglie e ancora rifiuti. L’area sequestrata è stata circoscritta per evitarne l’introduzione.

Il complesso monumentale, costruito nel 1915, sede di una fabbrica estrattiva di succhi d’agrumi, rappresentava, insieme agli edifici costruiti negli anni a cavallo tra il XIX e il XX secolo, il fulcro delle attività produttive della città in un’area scelta ad hoc poiché collegata alla città dal servizio pubblico della linea tranviaria.

 

LEGGI ANCHE:

La Palermo scomparsa rivive su Facebook. Le immagini che incantano il web

La Palermo di 105 anni fa, entusiasta per il tram. Ecco il video che spopola sui social [VIDEO e FOTOGALLERY]

Palermo, via Messina Marine nel degrado: “Comune non vanifichi recupero della Tavernetta del Tiro” | FOTO

 

Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Come se fosse Antani

Da oggi un nuovo blog s unisce a quelli già esistenti. Si intitola "Come se fosse Antani", con un riferimento più che esplicito al celebre film. "Amici miei". E' il blog di Giovanna Di Marco