Carceri, Apprendi: "All'Ucciardone molte attività in declino" :ilSicilia.it
Palermo

La visita di stamani

Carceri, Apprendi: “All’Ucciardone molte attività in declino”

3 Dicembre 2019

«Questa mattina, 3 dicembre, ho visitato il carcere dell’Ucciardone,accompagnato dal Comandante della Polizia Penitenziaria Aiello. La struttura, per ovvie ragioni, risente delle sue lontane origini, malgrado diverse sezioni sono state interessate da ristrutturazione e ammodernamento. Non vi è dubbio che il carcere, in questi anni, ha visto una gestione illuminata, tradotta in numerose attività, dove il personale tutto è stato partecipe al fine di migliorare le condizioni di vita del detenuto per quanto possibile». È quanto afferma Pino Apprendi, presidente di Antigone Sicilia.

«L’attività teatrale del maestro Lollo Franco – prosegue Apprendi la creazione di un orto da parte della cooperativa In e Out, la sartoria, il pastificio Giglio,il centro diurno per detenuti con disturbi psichiatrici “Il vaso di Pandora”, tutte attività che oltre a dare lavoro ad alcuni detenuti ne hanno migliorato anche le condizioni psicologiche».

«Durante la mia visita di stamani, purtroppo, ho constatato che diverse attività sopra descritte sono in declino in quanto trascurate, ed in particolare l’orto completamente in stato di abbandono, in quanto è stato definitivamente chiuso il rapporto con la cooperativa che se ne occupava. Le attività del “Vaso di Pandora” risentono in maniera sensibile dell’assenza di alcune delle figure di riferimento che in passato si sono rivelate essenziali».

«La sartoria è totalmente inutilizzata, ed infine la spaccio alimentare, utile per alcuni generi alimentari e per l’igiene personale, è inspiegabilmente chiuso. C’è, evidentemente, un cambio di rotta al carcere Ucciardone. Mi auguro si tratti di una fase transitoria che presto possa ripristinare le attività suddette, utili alla qualità della vita dei detenuti».

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.