Carciofi imbottiti al sugo, il gusto della tradizione [La ricetta] :ilSicilia.it

La Sicilia in tavola

Carciofi imbottiti al sugo, il gusto della tradizione [La ricetta]

3 Novembre 2018

Ci sono pietanze succulente, esaltanti il gusto della tradizione, che fanno venire “pititto” pure agli inappettenti che, abituati a dire “vade retro piatto”, quando si trovano di fronte a questa bontà “stracanciano” i loro connotati, tanto che Lombroso, se fosse in vita, riprenderebbe in mano le sue teorie in base all’effetto che la visione di un cibo può produrre su un volto umano, e attendono impazienti di tuffarsi in quel sugo rosso e, soprattutto, aprire quel tappo che è porta di paradiso culinario. Cibo dei sensi, infatti ne solletica 3, gusto, olfatto e vista, invaderà le vostre case con un profumo afrodisiaco, perché la cucina quando è buona lo è sempre, che potrebbe far trovare marito anche a chi ha perso le speranze che, trasfigurata agli occhi di chi li mangerà, diventerà una sorta di irresistibile Afrodisia, dea sensuale dei fornelli, di cui non poter più fare a meno. Siete pronti a scoprire questa ricetta delle meraviglie? Eccovi accontentati.

Ingredienti per 4 persone
8 carciofi
100 g di pangrattato
100 g di caciocavallo grattugiato
3 uova
olio extravergine d’oliva
prezzemolo
mentuccia (non indispensabile)
sale
pepe
sugo di pomodoro

Procedimento
1. Pulite i carciofi, eliminate le foglie esterne e scavateli all’interno fino ad ottenere i cuori di carciofo.

2. In una ciotola mescolate le uova sbattute con pangrattato, abbondante caciocavallo grattugiato, prezzemolo e mentuccia tritati, sale e pepe.

3. Riempite i carciofi con questo condimento, friggeteli sottosopra affinché si formi il tappo e continuate la cottura rigirandoli.

4. Preparate un buon sugo di pomodoro e, quando comincia a sobbollire, adagiatevi i carciofi, lasciandoli cuocere per almeno 15 minuti a fuoco moderato.

I vostri carciofi imbottiti al sugo sono scritti, cucinati e divorati. Alla prossima.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.