Carciofi imbottiti al sugo, il gusto della tradizione [La ricetta] :ilSicilia.it

La Sicilia in tavola

Carciofi imbottiti al sugo, il gusto della tradizione [La ricetta]

di
3 Novembre 2018

Ci sono pietanze succulente, esaltanti il gusto della tradizione, che fanno venire “pititto” pure agli inappettenti che, abituati a dire “vade retro piatto”, quando si trovano di fronte a questa bontà “stracanciano” i loro connotati, tanto che Lombroso, se fosse in vita, riprenderebbe in mano le sue teorie in base all’effetto che la visione di un cibo può produrre su un volto umano, e attendono impazienti di tuffarsi in quel sugo rosso e, soprattutto, aprire quel tappo che è porta di paradiso culinario. Cibo dei sensi, infatti ne solletica 3, gusto, olfatto e vista, invaderà le vostre case con un profumo afrodisiaco, perché la cucina quando è buona lo è sempre, che potrebbe far trovare marito anche a chi ha perso le speranze che, trasfigurata agli occhi di chi li mangerà, diventerà una sorta di irresistibile Afrodisia, dea sensuale dei fornelli, di cui non poter più fare a meno. Siete pronti a scoprire questa ricetta delle meraviglie? Eccovi accontentati.

Ingredienti per 4 persone
8 carciofi
100 g di pangrattato
100 g di caciocavallo grattugiato
3 uova
olio extravergine d’oliva
prezzemolo
mentuccia (non indispensabile)
sale
pepe
sugo di pomodoro

Procedimento
1. Pulite i carciofi, eliminate le foglie esterne e scavateli all’interno fino ad ottenere i cuori di carciofo.

2. In una ciotola mescolate le uova sbattute con pangrattato, abbondante caciocavallo grattugiato, prezzemolo e mentuccia tritati, sale e pepe.

3. Riempite i carciofi con questo condimento, friggeteli sottosopra affinché si formi il tappo e continuate la cottura rigirandoli.

4. Preparate un buon sugo di pomodoro e, quando comincia a sobbollire, adagiatevi i carciofi, lasciandoli cuocere per almeno 15 minuti a fuoco moderato.

I vostri carciofi imbottiti al sugo sono scritti, cucinati e divorati. Alla prossima.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.