Carenza di medici a Palermo: Villa Sofia-Cervello lancia un concorso :ilSicilia.it
Palermo

Il bando scadrà il 12 settembre

Carenza di medici a Palermo: Villa Sofia-Cervello lancia un concorso

di
16 Agosto 2019

Grave carenza di medici in diverse Unità operative complesse e quindi la direzione strategica di Villa Sofia Cervello, a Palermo, lancia un’articolata selezione pubblica, aperta a dirigenti medici di varie branche.

Via libera al bando di concorso per titoli e colloquio per la formulazione di graduatorie per il conferimento di incarichi di dirigente medico a tempo determinato. Una procedura necessaria per assicurare livelli essenziali di assistenza, considerato che le vecchie graduatorie hanno esaurito la loro efficacia a seguito di una completa utilizzazione o anche perché non si è riuscito a reclutare personale dalle graduatorie di altre aziende.

I profili professionali richiesti riguardano la Cardiologia, la Cardiologia con competenza in emodinamica, Cardiologia con competenze specifiche in elettrofisiologia/elettrostimolazione, Ematologia a indirizzo oncologico e Pneumologia, oltre a una selezione pubblica per un incarico di dirigente medico con specializzazione di Medicina legale e delle assicurazioni per l’Unita’ operativa Affari generali.

Il bando è già stato pubblicato sul sito www.ospedaliriunitipalermo.it (CLICCA QUI). Scade il 12 settembre.

“Vi sono diverse Unità operative sotto organico che hanno segnalato notevoli difficoltà nel portare avanti la loro attività proprio per la carenza di dirigenti medici – sottolinea il direttore generale Walter Messina -. Ecco dunque il via a questa selezione che contiamo di esperire in tempi brevi, in attesa di definire l’iter che ci condurrà prima all’atto aziendale e poi alla nuova dotazione organica e al nuovo piano di fabbisogno del personale”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.