Carlino: "Preoccupati per l’accordo fra Federpesca e l'autorità della Cirenaica" :ilSicilia.it

in riferimento ad alcune notizie diffuse dalla stampa

Carlino: “Preoccupati per l’accordo fra Federpesca e l’autorità della Cirenaica”

di
12 Settembre 2019

Il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino, manifesta tutta la sua preoccupazione in merito alla notizia diffusa sulla stampa nazionale riguardante un accordo stipulato tra Federpesca e la non riconosciuta internazionalmente autorità militare di investimenti della Cirenaica.

Senza voler entrare nel merito di quanto riportato dalla stampa, stento a credere –ha dichiarato Nino Carlino- che una organizzazione così importante come Federpesca possa aver sottoscritto un accordo con una autorità internazionalmente non riconosciuta e dimenticato la competenza esclusiva della Unione Europea in materia di pesca, pena una procedura di infrazione. Ciò soprattutto senza tener conto della sicurezza e della incolumità dei marittimi e degli armatori, che a questo punto stanno rischiando sulla propria pelle pene molto severe per il loro operato”.

Per tale ragione –ha aggiunto il presidente del Distretto pesca siciliano- desidero ricordare a tutti gli operatori ittici della marineria di Mazara del Vallo e non solo, che così come stabilito dal COCIST il 20 maggio scorso ma anche e soprattutto dal Ministero degli Affari Esteri Italiano, ed infine anche da questo Distretto della Pesca, che la zona prospiciente la Libia fino a 70 miglia nautiche dalla costa, compreso il golfo della Sirte, rappresenta un aerea ad alto rischio per tutte le navi battenti bandiera Italiana senza distinzione di tipologia”.

Pertanto  -ha concluso Nino Carlino- consiglio vivamente di evitare di effettuare in quella zona attività di pesca ed anche soltanto di transitarvi, a causa della elevata tensione dovuta ai perduranti eventi bellici in Libia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin