Carlo Calenda sbarca in Sicilia per lanciare "Azione" :ilSicilia.it
Palermo

IL 13 DICEMBRE

Carlo Calenda sbarca in Sicilia per lanciare “Azione”

9 Dicembre 2019

Carlo Calenda sbarca in Sicilia per lanciare Azione, il nuovo movimento di ispirazione liberal-socialista. A Palermo venerdì 13 dicembre l’ex ministro dello Sviluppo Economico incontrerà iscritti e simpatizzanti di Azione e i numerosi amministratori locali e professionisti che costituiscono ossatura e anima del movimento di Calenda in Sicilia.

“Siamo convinti – spiega Giangiacomo Palazzolo, sindaco di Cinisi (Palermo) e membro del comitato promotore di Azione – di poter essere la vera grande novità del quadro politico nazionale e siciliano. Il nostro movimento vuole essere la casa naturale per quanti chiedono alla politica serietà, competenza e coerenza e sono fermamente alternativi alla destra sovranista e ai populisti”.

Calenda- Azione-SiciliaLa prima uscita pubblica di Azione in Sicilia sarà l’occasione per conoscere i volti dei calendiani di Sicilia a partire da Mila Spicola e Federica Tarantino che con Palazzolo fanno parte del comitato promotore nazionale del movimento di Calenda, per passare alla carica di amministratori locali come il sindaco di Isnello Marcello Catanzaro, il consigliere comunale di Palermo Giulio Cusumano e quello circoscrizionale Fabio Pernice e ancora i consiglieri comunali di Isola delle Femmine Giuseppe Caltanissetta e di Petralia Sottana Fabio Di Ganci.

E poi i coordinatori dei cosiddetti gruppi d’Azione con Francesco De Luca, Alessandro Cucchiara, Vincenzo Conti, Salvo Roccalumera e Salvo Ventimiglia più rappresentanti della società civile come Valeria Militello e Pino Matranga.

L’appuntamento con l’europarlamentare e leader di Azione è per venerdì 13, a Palermo, alle ore 18 al Magneti Cowork (via Emerico Amari, 148).

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!