Cartabellotta da direttore del dipartimento Pesca a quello dell'Agricoltura | Video intervista :ilSicilia.it
Banner Bibo

Fa il punto della situazione

Cartabellotta da direttore del dipartimento Pesca a quello dell’Agricoltura | Video intervista

di
17 Maggio 2019

 

Guarda in alto la video intervista

Ospite della redazione de ilSicilia.it Dario Cartabellotta, neodirettore del dipartimento Agricoltura della Regione siciliana.

Cartabellotta per ben cinque anni è stato alla guida del dipartimento Pesca, un percorso segnato da successi indiscussi, tra i risultati che porta a casa quello della riapertura della tonnara di Favignana, ferma dal 2007, che garantisce all’azienda Castiglione di poter riprendere la pesca del tonno, una risposta che dà speranza al territorio intero “Una grande soddisfazione perché era considerata un traguardo impossibile  – dice lo stesso Cartabellotta – raggiunto in due fasi: prima con la ripresa dell’attività turistica dell Tonnara e poi la ripresa produttiva, proprio la scorsa settimana sono usciti i primi tonni, e questa tonnara consente una pesca sostenibile e soprattutto ha un forte collegamento con l’attività turistica. Per noi non è semplicemente un prodotto ittico ma fa parte della cultura della tonnara stessa e questo consente a tutto il sistema delle tonnare siciliane di tornare a rivivere non solo sul piano produttivo ma proprio sul piano culturale“.

Ma in questi cinque anni non si possono non ricordare due personaggi chiave della blue economy, Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto pesca e crescita blu e l’assessore regionale alla Cultura, Sebastiano Tusa, recentemente scomparso, fondatore della Soprintendenza del Mare “Si tratta di due grandi uomini della nostra Sicilia che hanno tracciato un importante percorso e quelle idee che camminano sulle gambe degli uomini. Giovanni Tumbiolo ha diffuso un’idea della pesca fondata sulla blue economy che si continua a discutere in particolare per la tutela del Mediterraneo, Sebastiano Tusa ha lasciato il registro delle identità del mare, dei borghi marinari e della pesca mediterranea, con una visione antropologica della Pesca stessa“.

Oggi Dario Cartabellotta torna al dipartimento dell’Agricoltura, che ha guidato già come direttore ma anche come assessore, quindi, la persona giusta al posto giusto, visto che già ne conosce le dinamiche “Obiettivo lavorare per le imprese, partendo dall’assunto che in agricoltura tutto il tessuto produttivo va rispettato, questo credo che sia uno degli elementi più importanti per dare risposte e risultati alla Sicilia“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin