Casa per disabili lager a Castelbuono, la smentita: "Titolo falso, non è vero che il Comune non si costituirà parte civile" :ilSicilia.it
Palermo

la nota

Casa per disabili lager a Castelbuono, la smentita: “Titolo falso, non è vero che il Comune non si costituirà parte civile”

di
21 Dicembre 2021

Prendiamo atto con stupore dell’articolo comparso su un blog locale dal titolo ‘Pazienti vittime di maltrattamenti, il Comune di Castelbuono non si costituirà parte civile’, in merito alla drammatica vicenda che ha colpito il centro Suor Rosina La GruaIl titolo è falso e tendenzioso, smentito oltretutto dal contenuto dello stesso articolo (e dal video allegato) dove si afferma, riportando in modo parziale ed incompleto le parole del Sindaco, che in merito alla “costituzione di parte civile va prima accertata la responsabilità dei soggetti”“. Così si è difeso il Comune di Castelbuono mediante la diffusione una nota in cui smetisce il titolo fuorviante di un blog in merito alla notizia sui maltrattamenti nella casa di cura lager, che ha sconvolto pochi gioni fa la comunità.

Riportiamo di seguito – hanno aggiunto – le parole testuali espresse dal Sindaco nel corso del suo intervento: “Oggi, in questa vicenda, noi stiamo ponderando cosa dobbiamo fare. Capiamo quello che succederà nelle prossime ore, è normale che l’Amministrazione comunale non guarderà passivamente”. L’Amministrazione comunale adotterà tutti gli strumenti consentiti dall’ordinamento per difendere e tutelare con forza l’onorabilità e l’integrità della comunità castelbuonese, anche attraverso la costituzione di parte civile in sede di istruttoria del processo, o dei processi“.

A tal proposito sentiamo di condividere la posizione espressa dall’Autorità Garante della persona disabile del Comune di Castelbuono che ha dichiarato: “ove dovesse essere istruito un processo penale, mi costituirò parte civile, al fine di palesare i danni che sono e saranno arrecati alla nostra comunità, ai fragili”.
È infatti quella la sede in cui va esercitata l’azione civile. Consideriamo inopportune, speculative e riconducibili ad un mero interesse politico altre forme di uscite e prese di posizione sui social e sui blog in queste ore. Questo è il momento dello sgomento, del silenzio e del rispetto nei confronti delle vittime e dell’operato della magistratura.
Diffidiamo – concludono – pertanto il blog a rettificare il titolo dell’articolo e riportare informazioni corrispondenti alla verità, sottraendosi così in futuro al sospetto diffuso di abusare del diritto alla libera informazione per portare avanti scopi ed interessi politici e di parte“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.