Casapiena Microcentro: a Petralia Soprana la mostra "Vagabondi Eccellenti" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

la residenza d'artista di Gianluca Concialdi

Casapiena Microcentro: a Petralia Soprana la mostra “Vagabondi Eccellenti” | FOTO

di
8 Dicembre 2019

Guarda la fotogallery in alto 

Dal 21 Novembre Casapiena Microcentro per le Arti, salotto culturale che si trova nelle alte Madonie, a Petralia Soprana, ha ospitato in una residenza d’artista Gianluca Concialdi.

Il risultato finale è la mostra dal titolo “Vagabondi Eccellenti” fruibile dal 6 dicembre nei locali di Casapiena Microcentro.

Vagabondi Eccellenti
Vagabondi Eccellenti

Il titolo della mostra si ricollega alle recenti vicissitudini di Concialdi, alle attuali condizioni abitative precarie, e alla dispersione propria del territorio Madonita, simpaticamente ribattezzato United States of Petralia Soprana.

Coadiuvato dalle esperienze del luogo, messe a disposizione dal centro culturale, Concialdi, artista
che punta sui materiali e sull’artigianato, tra piacevoli ricerche erranti, ha creato una mappatura delle
maestranze che ancora resistono alla feroce globalizzazione, abbracciando la propensione di Casapiena nel voler lavorare con gli artigiani locali.

Nel realizzare le opere pittoriche, che sono le sue prime su tela, Concialdi ha utilizzato fondi a base di
prodotti naturali come la tempera d’uovo, sperimentando tecniche secolari che prevedono l’applicazione di collageni animali, impiegando anziché la colla di coniglio la colla di porco, comunemente detta gelatina animale, utilizzata in pasticceria e pertanto facilmente reperibile.

Pietro Librizzi
Pietro Librizzi

Con Gianluca Concialdi – ci ha detto Pietro Librizzi fondatore di Casapiena Microcentro insieme alla compagna Eliza Collin – abbiamo testato le potenzialità di questo salotto culturale rendendo fatti le parole delle varie bozze di intenti. Gianluca è una persona dal cuore grande e dalla ricca sensibilità, ha apprezzato molto le sfaccettature della cultura territoriale e ne ha raccolto le parti migliori“.

Nell’intraprendere la fabbricazione delle opere – continua Librizzi – abbiamo vagabondato con brio e riscoperto persone e posti di carattere, dalle vite soddisfacenti e sorridenti. La carriera internazionale e la generosità di Gianluca hanno reso possibile la conoscenza di operatori dell’arte siciliani e italiani all’estero“.

La mostra sarà fruibile fino al 6 gennaio (su appuntamento +39 320 55 96 428).

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.