Caso impiegati regionali, i sindacati: "Fondamentale smascherare i furbetti ma tutelando i diritti" :ilSicilia.it

Alcuni dipendenti avrebbero usufruito illecitamente della legge 104

Caso impiegati regionali, i sindacati: “Fondamentale smascherare i furbetti ma tutelando i diritti”

di
8 Aprile 2018

In Sicilia, secondo quanto emerso durante una conferenza stampa sulle Infrastrutture a Palazzo d’Orleans, ci sarebbero dipendenti regionali che si sono fatti adottare da persone anziane per potere usufruire dei benefici della legge 104, sulla assistenza ai disabili.

A questo proposito sono intervenuti i sindacati che chiedono un confronto con il governo regionale “per chiarire il black-out dei giorni scorsi generato dalle ultime dichiarazioni del presidente della Regione siciliana sulla burocrazia regionale“, afferma  Giuseppe Messina, segretario regionale dell’Ugl, che continua “Come Ugl rivendichiamo il primato della concertazione a partire dal rinnovo del CCRL e dalla copertura finanziaria necessaria“.

Chiediamo al governatore Musumeci di passare dalle dichiarazioni ai fatti impartendo, da subito, la necessaria direttiva all’ARAN – sottolinea Ernesto Lo Verso, segretario regionale Ugl Fnaal fine di accelerare i tempi del rinnovo contrattuale che ricordiamo e’ fermo in Sicilia da oltre un decennio mentre a livello statale e’ stato rinnovato con effetto 1° gennaio 2016“.

Chiediamo concretezza nell’azione di governo – rilancia il segretario generale dell’Ugl siciliana – passando da subito alla riclassificazione e riqualificazione del personale per efficientare e modernizzare la macchina amministrativa regionale valorizzando la categoria e restituendo la dignità che altri nel recente passato hanno massacrato“.

Sulla legge 104 – conclude Messinaserve un’operazione verità e siamo al fianco del presidente Musumeci per smascherare eventuali abusi e furberie ma siamo anche certi che sulla tutela del diritto il Governatore della Sicilia non può che essere d’accordo con l’Ugl“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin