Caso Montante, Unci e Unicoop Sicilia: "Musumeci revochi le nomine del governo Crocetta" :ilSicilia.it

A seguito delle indagini della DDA di Caltanissetta

Caso Montante, Unci e Unicoop Sicilia: “Musumeci revochi le nomine del governo Crocetta”

di
19 Maggio 2018

 

A seguito delle indagini della DDA di Caltanissetta, oltre a quelle di alcune Procure siciliane, che stanno sollevando il velo su quello che ormai viene definito “governo clandestino”, che avrebbe avuto al suo vertice l’ex presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, UnciUnicoop Sicilia hanno chiesto al presidente della regione Nello Musumeci, ed all’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano “l’immediata revoca di tutte le nomine effettuate dal governo Crocetta di pertinenza dell’assessorato Attività Produttive ad iniziare, prioritariamente, con l’azzeramento dei vertici di Ircac su cui Unci ed Unicoop Sicilia hanno già presentato esposti e denunce alla procura della Repubblica ed al TAR“.

Su tale tematica -continua la nota – negli scorsi mesi, Unci ed Unicoop Sicilia, attraverso i propri presidenti Pasquale Amico e Felice Coppolino, hanno più volte chiesto di essere ricevuti dal presidente Musumeci e dall’assessore Turano senza ottenere alcuna risposta forse perché l’argomento in questione era scottante dimenticando che proprio sulle nomine dell’Ircac lo stesso Musumeci, da presidente della Commissione antimafia della precedente legislatura, aveva udito le due associazioni riscontrando anomalie nella procedura delle nomine. Lo strappo sull’Ircac con la nomina di Sam Ben-Abdeleali e degli altri due componenti il Cda, rappresenta l’ultimo atto di cinque anni votati al ridimensionamento scientifico della cooperazione siciliana anche, e questo è molto grave, con complicità all’interno del sistema cooperativo.

Da tale commistione è nato un ostracismo nei confronti del movimento cooperativo quasi come a punire il sistema della cooperativa e favorendo altre tipologie societarie.

In tal senso – prosegue – Unci e Unicoop Sicilia hanno letto la scelta del governo Crocetta nell’avere tolto alle cooperative siciliane la possibilità di godere del benefit del 50% sul costo della revisione in un momento di grave crisi economica e del sistema imprenditoriale.

Tutto questo nel totale silenzio delle addetti ai lavori tranne le proteste di Unci e Unicoop Sicilia. L’avere tolto la norma sull’abbattimento del 50% del costo revisione alle cooperative siciliane è stato il prezzo della svendita della cooperazione isolana in un “do ut des” che giorno dopo giorno viene fuori dalle inchieste giudiziarie. Vogliamo sapere cosa intende fare della cooperazione siciliana il governo Musumeci e se intende rimuovere le ampie zone grigie rimaste dal governo Crocetta. Unci e Unicoop Sicilia – conclude la nota – chiedono la revoca delle nomine, il ripristino delle agevolazioni a favore della cooperazione siciliana e il recepimento della legge 59/92″.  

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.