Caso Saguto: "Dal magistrato parcelle milionarie gonfiate" :ilSicilia.it

La requisitoria del pm

Caso Saguto: “Dal magistrato parcelle milionarie gonfiate”

di
22 Gennaio 2020

L’ex presidente della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, Silvana Saguto, “esercitò delle pressioni sul commercialista Andrea Dara affinché pagasse all’avvocato Gaetano Cappellano Seminara, in quanto legale di alcune società appartenenti all’ex re della sanità privata Michele Aiello, una parcella da un milione di euro. Dara in quanto amministratore giudiziario di alcune società del gruppo Aiello, con una sua relazione rispose muovendo alcuni rilievi perché riteneva che quei compensi fossero gonfiati“. Lo ha detto nella sua requisitoria il pm Claudio Pasciuti, nell’ambito del processo che si celebra a Caltanissetta nei confronti dell’ex giudice e di altri 14 imputati, accusati di far parte di un sistema di gestione illecita dei beni confiscati alla mafia.

Dara per alcuni anni collaborò con Seminara nella gestione dei beni confiscati, come quelli sequestrati all’imprenditore di Bagheria Michele Aiello, ritenuto il prestanome di Bernardo Provenzano. “Cappellano Seminara e Andrea Dara per anni furono in buoni rapporti, ma nel 2008 ci fu tra i due qualche divergenza perché il commercialista riteneva che il numero di incarichi che Cappellano Seminara riceveva gli impediva di seguire le aziende del gruppo Aiello. Cappellano Seminara nel 2011 inviò quattro notule ad Andrea Dara per il pagamento delle sue spettanze per circa un milione di euro. Dara si oppose e si rivolse alla Saguto la quale il 12 aprile 2012 emise il decreto di liquidazione da un milione di euro”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin