Caso Scotto, Musumeci richiama gli assessori: "Vigilate sui collaboratori" e Mineo si dimette dall'Agricoltura | ilSicilia.it :ilSicilia.it

L'ex parlamentare lascia l'incarico in assessorato

Caso Scotto, Musumeci richiama gli assessori: “Vigilate sui collaboratori” e Mineo si dimette dall’Agricoltura

di
21 Febbraio 2020

Un richiamo ufficiale da parte di Nello Musumeci è arrivato oggi pomeriggio sul tavolo degli assessori del suo governo regionale.

Il tema è quello della selezione dei collaboratori, dopo il caso dei presunti rapporti tra il boss dell’Arenella Gaetano Scotto e l’ex parlamentare regionale Franco Mineo, collaboratore dell’assessorato regionale all’agricoltura. Una strigliata, seguita poco dopo dalle dimissioni dello stesso Mineo dall’incarico che ricopriva all’ufficio di gabinetto dell’assessorato.

«Ho richiamato più volte – ha scritto Musumeci in una nota – in passato, gli assessori regionali circa la necessità di vigilare sul personale – interno ed esterno- chiamato a operare negli Uffici di diretta collaborazione. L’egoismo dei partiti non può e non deve essere premiato a danno della rigorosa selezione, innanzitutto morale, nella scelta dei collaboratori negli uffici pubblici. Sono certo che su questo tema non sarà più necessario un ulteriore mio richiamo al senso di responsabilità di ognuno».

Così il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. E Nello stesso pomeriggio di oggi, si diceva, sono arrivate anche le dimissioni di Mineo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.