Casse colabrodo a Palermo, Ferrandelli: "Il Comune sommerso dai debiti fuori bilancio" :ilSicilia.it
Palermo

Per il consigliere è necessario accelerare i tempi

Casse colabrodo a Palermo, Ferrandelli: “Il Comune sommerso dai debiti fuori bilancio”

di
27 Giugno 2018

PALERMO – “Ritengo prioritario e urgente che il Consiglio comunale, il giorno dopo in cui il bilancio consolidato accerta 42 milioni di disallineamento e che la successiva direttiva del Sindaco espone alla crisi finanziaria diverse aziende controllate, calendarizzi prioritariamente la discussione sul consuntivo 2017, sul previsionale 2018 e sopratutto sulla revisione dei contratti di servizio delle aziende procedendo alle loro audizioni“. Così Fabrizio Ferrandelli, capo dell’opposizione al comune di Palermo che aggiunge –  “Lo schema del rendiconto 2017 è sostanzialmente pronto per andare in giunta. La ragioneria generale ha inviato ieri il riaccertamento. Si aspetta il parere dei revisori e lo schema può essere inviato in giunta per passare velocemente in consiglio nel giro di pochi giorni.

Siamo preoccupati, inoltre, – incalza Ferrandelli –  del fatto che ad oggi risultino comunicati circa 27 milioni di debiti fuori bilancio per il 2018 e che, con nota del 25/6/2028 Prot. 932731, la ragioneria generale comunichi la contingente mancanza di copertura finanziaria.

Non possiamo immaginare di discutere di altro perché a rischio è la stessa tenuta dell’intero sistema comune di Palermo e bisogna fare in fretta. Ogni altro tentativo di far finta di nulla e di prendere tempo rischia di compromettere definitivamente manovre correttive e provvedimenti di cambio rotta“.

Sulla stessa scia il capogruppo dei coraggiosi, Cesare Mattaliano, preoccupato, inoltre, per le sorti del personale del comunale a tempo determinato, degli Asu, dei 331 e della polizia municipale.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.