19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.37

Parla la coordinatrice regionale

Castagna (Agrinsieme Sicilia): “La Regione deve farsi carico delle spese di gestione dei consorzi di bonifica”

8 Aprile 2019

In considerazione del fatto che livello di degrado del contenzioso fra utenti e Consorzi di bonifica sta degenerando nell’assoluta indifferenza del governo regionale, chiediamo l’immediata soppressione dell’art 47 – comma 11 – della legge di stabilità del 2015 che prevede il disimpegno graduato nel quinquennio dell’apporto finanziario della Regione alla gestione dei Consorzi di bonifica ed il conseguente accollo delle spese di gestione dei consorzi da parte della Regione”, a dirlo è Rosa Giovanna Castagna, coordinatrice regionale di Agrinsieme Sicilia, organismo di coordinamento tra CIA, Confagricoltura, Copagri ed Alleanza delle cooperative.

Agli agricoltori – continua Castagna – non si può addossare l’onere finanziario della gestione dei Consorzi di bonifica al buio e senza l’adozione dei più elementari strumenti di controllo e gestione, che sono loro preclusi”. “Inoltre, chiediamo al governo regionale – conclude Castagna – l’immediata sospensione dei ruoli consortili elaborati sulla base del programma di disimpegno finanziario previsto dalla stessa norma”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.